Private banking da record nell’anno del Covid

Violetta Silvestri

21 Giugno 2021 - 14:16

condividi

Il private banking in netta crescita nell’anno pandemico. Nonostante la crisi innescata dal Covid, questo settore dell’industria degli investimenti ha mostrato ottimi risultati.

Private banking da record nell'anno del Covid

Private banking in evidente crescita nell’anno nero della pandemia.

I dati raccolti dall’associazione di categoria, Aipb, ha mostrato un andamento più che positivo delle attività di questo particolare settore dell’industria degli investimenti.

Nel 2020, masse gestite e nuova raccolta netta hanno toccato record, alimentati anche dall’aumento di ricchezza delle famiglie benestanti.

Di quanto è cresciuto il private banking e quali previsioni?

Private banking in forte crescita: i numeri

La pandemia non ha fermato il provate banking secondo i numeri raccolti nel 2020.

L’associazione di categoria, infatti, ha reso noto che il settore ha fatto un balzo del 5% nell’anno pandemico, con un andamento più positivo degli altri canali distributivi, in crescita del 3,4%.

Nel corso dell’anno la nuova raccolta netta ha raggiunto il picco di 36 miliardi di euro e in data 31 dicembre 2020 le masse gestite erano pari a 936 miliardi di euro.

Numeri importanti, resi possibili anche dall’aumento di ricchezza delle famiglie benestanti, ovvero che possiedono oltre 500.000 euro da investire. Nel 2020 la quota di ricchezza investita è arrivata al 63% (nel 2016-2018 era del 60%).

Quali investimenti eseguiti nel private banking?

L’importante cifra di 36 miliardi di euro raccolti nel private banking è stata destinata principalmente a investimenti finanziari, non depositi e liquidità.

Nello specifico, si è trattato di 28 miliardi di euro equivalenti al 77% della raccolta totale netta.

La percentuale è stata importante e molto più alta di quella registrata da operatori non private. Quest’ultimi hanno destinato a investimenti finanziari solo 1 miliardo di euro, l’1,5% della raccolta.

Il settore private banking ha avuto ottimi risultati anche per:

  • risparmio gestito: 7 miliardi di euro;
  • amministrato: +8 miliardi di euro;
  • assicurativo: +13 miliardi di euro

Nel 2021, gli asset amministrati potrebbero arrivare a 978 miliardi di euro, secondo le stime Aipb.

Argomenti

Iscriviti a Money.it