Petrolio: OPEC ottimista sulla domanda 2022. L’effetto Omicron non ci sarà?

Violetta Silvestri

14 Dicembre 2021 - 11:37

condividi

Il prezzo del petrolio viaggia sui $70 al barile, spinto dalle nuove stime OPEC sulla domanda di carburante nel primo trimestre 2022. L’impatto Omicron non ci sarà sul greggio? Cosa aspettarsi.

Petrolio: OPEC ottimista sulla domanda 2022. L'effetto Omicron non ci sarà?

Il petrolio si è mosso al rialzo dopo aver chiuso al ribasso nella giornata di lunedì 13 dicembre.

La continua incertezza sull’impatto della variante Omicron sulla domanda è stata contrastata da un miglioramento delle previsioni OPEC sul consumo del prossimo trimestre.

Le quotazioni Brent e WTI viaggiano in lieve ribasso al momento in cui si scrive, dopo aver iniziato la seduta europea in aumento. Nello specifico, i futures sul Brent sono a 74,19 dollari al barile e quelli WTI a 71,09 dollari al barile.

L’OPEC ha riacceso l’ottimismo sul greggio, dopo la scossa del ceppo Omicron, ma l’AIE ha lanciato l’allerta e altre stime per il 2022: cosa aspettarsi per il prezzo del petrolio?

Petrolio: tutte le stime OPEC aggiornate

Mentre si aggrava la preoccupazione per la diffusione mondiale della variante Omicron, nuove stime cercano di delineare le prospettive di domanda del petrolio.

L’opinione positiva dell’OPEC sul consumo di greggio arriva dopo che i prezzi della materia prima hanno recuperato parte del calo innescato dalla scoperta del ceppo.

Nello specifico, in un rapporto mensile, il cartello ha affermato di aspettarsi che la domanda mondiale raggiungerà una media di 99,13 milioni di barili al giorno (bpd) nel primo trimestre del 2022, in aumento di 1,11 milioni di bpd rispetto alle previsioni del mese scorso.

“Una parte della ripresa precedentemente prevista nel quarto trimestre del 2021 è stata spostata al primo trimestre del 2022, seguita da una ripresa più costante per tutta la seconda metà del 2022...Si prevede che l’impatto della nuova variante di Omicron sarà lieve e di breve durata, poiché il mondo diventa meglio attrezzato per gestire il COVID-19 e le relative sfide”, secondo il documento.

Il rapporto ha anche mostrato una maggiore produzione dell’OPEC in quanto il gruppo e gli alleati hanno gradualmente ridotto i tagli record alla produzione messi in atto lo scorso anno.

I trader stanno aspettando segnali di un grande rimbalzo nell’offerta di scisto statunitense poiché i prezzi più alti richiedono maggiori investimenti, il che potrebbe rivelarsi un vento contrario agli sforzi dell’OPEC+ per sostenere il mercato.

Per ora, il gruppo ha spazio per aumentare ulteriormente la produzione rispetto al tasso di novembre, indica il rapporto. L’OPEC ha affermato che si aspetta che il mondo abbia bisogno di 28,8 milioni di barili al giorno dai suoi membri nel 2022, in aumento di 200.000 barili al giorno rispetto al mese scorso.

Effetto Omicron sul greggio? Allerta da AIE

Al rapporto OPEC ha fatto seguito il documento dell’Agenzia Internazionale dell’Energia.

La domanda di petrolio dovrebbe essere inferiore alle attese l’anno prossimo, ha dichiarato martedì l’AIE, rivedendo al ribasso le sue prospettive di 100.000 barili al giorno sia per il resto di quest’anno che per il 2022.

Nel suo Oil Market Report, l’agenzia ha affermato che la domanda globale di petrolio dovrebbe aumentare di 5,4 milioni di barili al giorno nel 2021 e di 3,3 milioni di barili al giorno nel 2022 per raggiungere livelli pre-pandemia di 99,5 milioni di barili al giorno a livello globale.

Si prevede che la ripresa sarà influenzata da un’ondata di nuovi casi di Covid-19, con un duro colpo per il carburante degli aerei. Tuttavia, l’AIE ha aggiunto che mentre ci si aspettava che l’aumento dei nuovi casi rallentasse la domanda, il rilancio economico che è già in corso non dovrebbe essere completamente deragliato.

Infine, sul fronte prezzi del petrolio, l’agenzia ha previsto un ribasso.

“La nostra ipotesi sul prezzo del petrolio (basata sulla curva forward) è di circa il 15% inferiore per il 2022 rispetto al rapporto del mese scorso. I prezzi del Brent sono in media 70,80 $/bbl nel 2021 e 67,60 $/bbl nel 2022”, ha stimato il documento.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# Brent
# OPEC
# WTI

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.