Porsche Macan è il suv compatto del marchio di Stoccarda, da molti ritenuto un’alternativa baby al più massiccio Cayenne: forse proprio a causa delle sue dimensioni leggermente ridotte, è stato scelto dai vertici di Porsche per essere lanciato in una versione completamente elettrica.

Questo progetto va ad affiancare la sportiva elettrica Mission E, che arriverà sul mercato dal 2020, ed arriverà in commercio l’anno successivo nel 2021.
A dimostrazione della voglia di ampliare l’attuale gamma di veicoli con modelli nuovi e che vanno a coprire settori di mercato finora trascurati, Porsche ha anche in mente due nuovi coupé a ruote alte tratti rispettivamente dalla Macan e dalla maggiore Cayenne.

Porsche Macan elettrica

Se il futuro è elettrico, anche Porsche deve adeguarsi al trend e offrire una gamma di EV da affiancare ai tradizionali motori termici. Il primo passo è testare il mercato con un nuovo prodotto, come la Mission E, una sportiva diversa dalla tradizione Porsche. Poi il marchio provvederà a lanciare la Macan, il suv compatto che finora ha avuto molto successo in quanto alternativa più economica del Cayenne.

Di fatto, Porsche Macan elettrica sarà il primo modello della gamma già nota a zero emissioni. Non è un mistero che entro il 2030 Porsche avrà una versione elettrica per ogni modello del catalogo, ad esclusione della 911 che rimarrà sempre con il tradizionale motore benzina.

Macan e Cayenne diventano coupé

Macan e Cayenne saranno anche i suv di partenza per due nuovi coupé a ruote alte sullo stile dei modelli di successo di BMW e Mercedes.

I due nuovi modelli sportivi ma sinuosi di Porsche andranno a concorrere direttamente con X4 e X6 della casa di Monaco e con GLC e GLE dell’altra casa di Stoccarda.

La mossa del marchio arriva in ritardo sulla concorrenza, ma sicuramente saprà colmare il gap in termini di qualità. La scelta non poteva che ricadere sui due suv in catalogo che già nella versione attuale stanno riscuotendo ottime vendite.