Permesso di soggiorno per motivi di studio e ricerca: la guida pratica

Come si ottiene il permesso di soggiorno per motivi di studio e di ricerca? Quanto costa e a cosa serve? Tutte le risposte in questo articolo.

Permesso di soggiorno per motivi di studio e ricerca: la guida pratica

A cosa serve esattamente il permesso di soggiorno per studio e ricerca? Chi può ottenerlo? E quali sono i costi?

Cerchiamo di rispondere per gradi. Innanzitutto, il permesso di soggiorno per motivi di studio e ricerca è un documento di cui gli studenti stranieri devono necessariamente munirsi per completare il percorso di studio in Italia. Può essere richiesto dai cittadini extracomunitari che vogliono frequentare le università italiane o seguire un corso di formazione, a seguito del rilascio di un apposito visto da parte dell’ambasciata italiana del Paese di residenza del richiedente.

Le condizioni necessarie al rilascio del permesso di soggiorno per motivi di studio e ricerca sono contenute nel Decreto legislativo n. 71 del 2018 (in attuazione della direttiva europea del 2016) che ha in parte modificato la disciplina previgente.

Vediamo come e a quali condizioni è possibile ottenerlo.

Come si richiede

Il permesso di soggiorno per motivi di studio e ricerca può essere richiesto dallo studente extracomunitario che intende fermarsi in Italia per ragioni di studio o di formazione per un periodo superiore a 90 giorni.

La domanda per ottenere il permesso di soggiorno per motivi di studio e ricerca deve essere presentate alla Stazione di Polizia entro 8 giorni dall’ingresso in Italia. Lo studente straniero deve presentarsi all’Ufficio stranieri della Questura della città italiana dove intende stabilirsi oppure presso gli Uffici postali abilitati. In queste sedi è disponibile gratuitamente un modulo apposito che va compilato e consegnato agli Uffici postali abilitati.

In sede di presentazione della domanda, lo studente deve rilasciare le sue generalità per l’identificazione e pagare le spese di attivazione del servizio, cioè il rilascio del documento elettronico di soggiorno e la relativa marca da bollo. Per ottenere il permesso di soggiorno di studio e ricerca il richiedente deve dimostrare:

  • di possedere i mezzi economici sufficienti per vivere e studiare in Italia;
  • di essere in possesso di un’assicurazione medica contro malattie ed infortuni.

Dopo questa fase, lo studente straniero richiedente deve attendere la convocazione da parte della Questura (che avviene tramite sms o lettera raccomandata al domicilio) nella quale dovrà recarsi per ultimare la procedura, essere sottoposto ai rilievi foto-dattiloscopici ed al rilascio delle impronte digitali.

Il rinnovo

Il permesso di soggiorno per motivi di studio e ricerca va rinnovato annualmente. La richiesta va inoltrata alla Questura o agli Uffici postali abilitati della città dove si intende proseguire il percorso di studio o di formazione, rispettando il termine seguente: da almeno 30 giorni prima e fino a 30 giorni dopo la scadenza della data indicata nel permesso di soggiorno.

In questa sede, il richiedente deve dimostrare non solo la permanenza dei requisiti economici ed assicurativi, ma anche di aver superato almeno 1 esame del primo anno del proprio corso di studi ed almeno 2 esami negli anni seguenti, in modo da accumulare il numero di crediti fissato come minimo indispensabile dalle istituzioni italiane. Il permesso di soggiorno può essere rinnovato anche a uno studente che abbia superato un solo esame, ma a condizione che sia in grado di documentare gravi motivi di salute o cause di forza maggiore.

Il permesso di soggiorno per motivi di studio e ricerca può essere emesso per non più di 3 anni oltre la durata legale dei singoli corsi di studio (come previsto dall’articolo 46, comma 4, del DPR n° 394 del 31 agosto 1999).

Costi per il rilascio ed il rinnovo

Riportiamo una stima dei costi che ogni studente extracomunitario deve sostenere per ottenere il permesso di soggiorno per motivi di studio e ricerca:

  • 16 euro per l’imposta di bollo (cioè la marca da bollo acquistabile in una qualsiasi tabaccheria);
  • 30,46 euro di contributo relativo al costo del permesso di soggiorno elettronico fino ad 1 anno (bollettino di conto corrente postale premarcato);
  • 30 euro per le spese relative all’accettazione dell’istanza per il rilascio/rinnovo del permesso di soggiorno;
  • 40 euro di contributo per rilascio o rinnovo permesso.

Se la documentazione è completa e regolare, il permesso di soggiorno viene rilasciato entro 60 giorni dalla sua richiesta, a meno che non ci siano delle complicazioni.

Tutte le condizioni per il rilascio del permesso di soggiorno per motivi di studio e ricerca sono state inserite nel Decreto legislativo n. 71 dell’11 maggio 2018, in attuazione della direttiva europea 2016/801. Il testo della legge si è disponibile sul sito istituzionale della Gazzetta Ufficiale www.gazzaufficale.it.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Permesso di soggiorno

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.