Perché Renzi vuole fare cadere il Governo? Dall’elezione del Presidente alla legge elettorale

Martino Grassi

13 Gennaio 2021 - 16:42

13 Gennaio 2021 - 17:06

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Perché Renzi vuol far cadere il Governo? Marco Rizzo spiega quali possono essere tutte le possibili motivazioni che hanno spinto il leader di Italia Viva ad intraprendere questa strada.

“Renzi per sopravvivere deve uccidere Conte, perché Renzi ha il 2% e non conta più nulla”. Inizia così l’analisi sull’attuale situazione politica del nostro Paese di Marco Rizzo, che vede protagonista Matteo Renzi e la possibile caduta del Governo. Infatti “se fa cadere il Governo non si va a votare, perché i 5 stelle votano pure Rizzo come presidente del Consiglio pur di non andare a votare”.

Secondo Rizzo, Renzi avrebbe un piano ben preciso per acquisire nuovamente potere, ma per attuarlo è necessario che il Governo cada. Nel corso di un’intervista per Money.it, il segretario del Partito Comunista ha spiegato quali sono le motivazioni di Renzi che lo hanno portato a intraprendere una scelta così drastica.

Perché Renzi vuol far cadere il Governo?

Secondo Rizzo le motivazioni che hanno spinto il leader di Italia Viva a premere per una crisi di Governo sono chiare, “tutte queste minacce che vengono dette sono solo minacce finte, Renzi lo sa, ma deve andare avanti perché se fa cadere il Governo arriverà un altro presidente del Consiglio che sarà riconoscente a Renzi.

In secondo luogo “sarà nella partita per eleggere il presidente della Repubblica e sarà una partita molto importante” dal momento che ha un valore enorme dovendo dirige il Consiglio Superiore della Magistratura, l’Esercito e le Forze Armate e i servizi segreti, “stiamo parlando di un potere enorme”, continua ancora Rizzo. Dunque anche Renzi, se rientrerà all’interno della partita per eleggere il presidente della Repubblica, acquisirà nuovamente del potere.

Infine, cambierà anche la legge elettorale. “Se fa questo atto da protagonista può passare anche dal 2 al 15%. Gli italiani votano, votano chi vedono. Purtroppo la politica è questa roba qua”. In sostanza quindi si prospettano due scenari nel caso in cui Renzi dovesse andare avanti, spiega Rizzo, “o si fa un altro Governo, o Conte deve allearsi con i berluscones, per poter ottenere la fiducia anche in Senato.

Cosa accadrà adesso?

Allo stato attuale delle cose si prospettano due possibili scenari, spiega Rizzo: “Se Conte è sicuro di avere i voti di questi che arrivano da Berlusconi, andrà in aula nel Senato a chiedere la fiducia e questi faranno un altro gruppo, che si chiameranno Viva l’Italia o Per l’Italia, e prende la fiducia al Senato, alla Camera ce l’ha perché c’è una grande maggioranza”.

Nel caso in cui invece il premier Conte dovesse cadere al Senato, si dovrà fare un altro Governo, “con scenari apertissimi”, che vanno da “un centro destra, con Renzi dentro al centro destra, a un governissimo, all’arrivo di Draghi e a soluzioni di vario tipo. Certamente dentro a tutte queste soluzioni il Movimento 5 Stelle vota tutto pur di non andare a casa i deputati del 5 Stelle votano anche il diavolo, conclude Rizzo.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories