Pensioni il primo del mese: come funziona la proposta dell’INPS e quali sono i contribuenti interessati

La rivoluzione inaugurata dall’INPS continua con la proposta di anticipare il pagamento delle pensioni al primo del mese: ecco quali sono i contribuenti interessati dalla proposta di Tito Boeri.

Il presidente dell’INPS, Tito Boeri, continua la sua rivoluzione della Previdenza Italiana con un’altra importante misura relativa alle pensioni, la proposta, e il relativo accordo con le banche, di anticipare al primo del mese la liquidazione dell’assegno pensionistico di alcune tipologie di contribuenti.

E’ bene premettere, però, che quelle di Boeri sono solo proposte: per quanto importante sia il suo ruolo, le misure auspicate da Boeri per il nuovo corso dell’INPS dovranno sempre essere esaminate, approvate e varate dal Governo con uno specifico provvedimento normativo.

Questa specifica non è irrilevante perché aiuta a comprendere quella che si sta configurando, sempre maggiormente, come una vera e propria battaglia tra lo stesso Boeri, intenzionato a svecchiare la previdenza italiana con proposte finalizzate a una maggiore equità sociale (il taglio delle pensioni d’oro, il prelievo sugli assegni pensionistici di oltre 2000 euro, il reddito minimo garantito per gli over 55, ecc.) e un Governo che appare sempre più intenzionato a mantenere in vigore i privilegi di una minoranza molto ridotta di cittadini (a tal proposito è opportuno rilevare come il Ministro del Lavoro Poletti, nei giorni scorsi, aveva prontamente escluso la possibilità di un prelievo o di una riduzione degli assegni pensionistici oltre i 2000 euro).

Pensioni il primo del mese
Per quanto riguarda l’ultima tra le proposte avanzate da Tito Boeri, quella di pagare le pensioni al primo del mese, occorre innanzitutto chiarire che, al di là della semplice proposta, il presidente dell’INPS ha chiarito è stato già stretto un accordo con le banche per attuare il cambio di date e per anticipare al primo del mese il pagamento delle pensioni di alcune tipologie di contribuenti che, attualmente, vengono liquidate il 10 o il 16 del mese.

«Siamo andati a trattare con le singole banche per chiedere di abbassare i costi dei bonifici, in cambio dell’accredito sui conti correnti al primo del mese di tutte le pensioni diverse dall’Inps e l’accordo è stato raggiunto, ora aspettiamo il decreto»

L’accordo arriva a pochi giorni dalla chiusura di un altro, analogo, con le Poste Italiane; ora, quindi, serve una misura normativa che renda effettiva tale proposta, nelle speranze di Boeri un decreto, da varare in tempi molto stretti, che consenta di anticipare il pagamento delle pensioni al primo del mese già dal prossimo 1 Giugno.
A tal proposito occorre ricordare che su questa singola misura, la scorsa settimana, il Ministro del Lavoro Poletti aveva ipotizzato l’utilizzo di un provvedimento di tipo amministrativo (un decreto ministeriale) per rendere effettivo il pagamento delle pensioni al primo del mese; occorrerà ora capire se il provvedimento sarà davvero reso effettivo dall’Esecutivo e con quale intervento legislativo.

Beneficiari
Il pagamento delle pensioni al primo del mese, come molti altri interventi proposti da Boeri, è stato specificamente pensato per i contribuenti con redditi bassi, ossia per i pensionati meno abbienti che, al momento attuale, si vedo l’assegno pensionistico liquidato il 10 o il 16 del mese.
In particolare la misura, se resa effettiva, dovrebbe interessare circa 150000 pensionati che complessivamente percepiscono meno di 1000 euro al mese e per i quali vedersi liquidata la pensione il primo del mese, diviene estremamente importante.
Boeri ha chiarito anche che l’operazione dovrà essere neutra del punto di vista economico e non avrà nessun impatto sui conti dell’INPS, dal momento che l’accordo con banche e Poste, per ottenere una riduzione sulle spese dei bonifici, è stato stretto proprio per compensare i minori interessi che l’INPS andrà a maturare a seguito dell’anticipo della liquidazione degli assegni pensionistici.
Degli oltre 20 mld di euro in trattamenti pensionistici che l’INPS eroga ogni mese, l’ammontare complessivo delle pensioni diverse dall’Inps, erogate il 10 o il 16 di ogni mese, copre una quota pari a 4 mmld di euro. Si tratta di una quota di trattamenti pensionistici destinati a circa 2 milioni di pensionati italiani che ricevono una o più prestazioni, come, ad esempio, l’integrazione al reddito minimo e la reversibilità ex Inpdap.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti

Condividi questo post:

3 commenti

foto profilo

recheroremi • Luglio 2015

cosa si può fare per non farsi prebdere sempre in giro da questi burocrati ladri???????

foto profilo

recheroremi • Luglio 2015

è tutto un raggiro, un ladrocinio, sempre a danno dei pensionati. il pagamento anticipato al 1° di ogni mese, non viene pagato dalle banche se il giorno 1 ricade di sabato o domenica o festivi e prefestivi, il pagamento verrà slittato al primo giorno lavorativo successivo al giorno 1, nel caso di questo mese: 1/8/2015, il pagamento sarà possibile il giorno 3 agosto. LADRI VERGOGNATEVI

foto profilo

CARLO • Maggio 2015

Io sono un pensionato INPS e percepisco la pensione ogni PRIMO DEL MESE.
Ma se il primo del mese capita di FESTIVO O DI SABATO il pagamento slitta al primo giorno utile SUCCESSIVO. A nulla sono valse nel tempo le mie proteste SULL’IRREGOLARITA’ della prassi anche in quanto contrastante con l’Art.3 della Costituzione (cfr CIRCOLARE N.141 27/6/1998 PAGAMENTO MENSILE UNIFICATO DELLE PENSIONI).
Un esempio: la pensione DI QUESTO MESE DA INCASSARE IL PRIMO MAGGIO (Venerdì ma festivo) E’ STATA INCASSATA GIORNO 4 (in quanto giorno 2 e 3 erano Sabato e Domenica). Stessa cosa FINO AD ORA NON E’ accaduto per le pensioni EX INPDAP, oggi erogate da INPS, che in un simile caso descritto avrebbero ANTICIPATO al primo giorno utile di paamento (come loro accade nei giorni 16 del mese, giorno di incasso, qualora questo ricada di festivo o sabato o domenica, ).

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.