Pensione quota 41 solo per precoci da tutelare

Lorenzo Rubini

20 Aprile 2021 - 15:21

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La pensione quota 41 non spetta a tutti i lavoratori precoci ma solo a quelli che rientrano nei profili di tutela. Approfondiamo.

Pensione quota 41 solo per precoci da tutelare

La quota 41 permette l’accesso alla pensione anticipata con soli 41 anni di contributi. Si tratta di una misura dedicata esclusivamente ai lavoratori precoci, ovvero coloro che possono vantare il versamento di contributi effettivi per almeno 12 mesi prima del compimento dei 19 anni di età. Ma non basta soddisfare questi requisiti per avere diritto al pensionamento con questa misura che è riservata soltanto ai precoci che rientrano in un profilo di tutela.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno ho 58 anni e ho versato 40 anni di contributi lavoro dall’età di 17 anni potrei andarmene in pensione con 41 anni di contributi ed all’età di 59?”

Pensione quota 41 non per tutti i precoci

La pensione con 41 anni di contributi non è accessibile a chiunque ha versato 12 mesi di contributi prima dei 19 anni di età ma solo ai precoci, con almeno 41 anni di contributi, che rientrano in uno dei profili di tutela.

I profili tutelati sono gli stessi previsti per l’Ape sociale con l’aggiunta del lavoro usurante. Nello specifico hanno diritto alla pensione con la quota 41 i lavoratori precoci che:

  • si trovano in una situazione di disoccupazione involontaria a seguito di licenziamento (anche collettivo) ed hanno terminato di fruire dell’intera indennità di disoccupazione spettante da almeno 3 mesi; ricordiamo che in questo profilo non rientrano coloro che risultano disoccupati a seguito di scadenza di contratto a termine;
  • sono invalidi con percentuale pari o superiore al 74%
  • al momento della domanda di pensione assistono da almeno 6 mesi un familiare convivente con grave handicap ai sensi della legge 104
  • svolgono una delle mansioni usuranti
  • svolgono una delle mansioni gravose.

Se non rientra in nessuno dei profili sopra selezionati pur avendo iniziato a lavorare all’età di 17 anni non ha diritto di accesso alla pensione con 41 anni di contributi e per la quiescenza dovrà per forza raggiungere i 42 anni e 10 mesi di contributi se è uomo e i 41 anni e 10 mesi di contributi se è donna.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter