Pensione con poco più di 20 anni di contributi: 64 o 67 anni?

Lorenzo Rubini

19 Marzo 2021 - 15:34

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Le possibilità di pensionamento per chi ha maturato 20 anni di contributi o poco più sono due, scopriamo le misure.

Pensione con poco più di 20 anni di contributi: 64 o 67 anni?

Le misure anticipate, sia per quanto riguarda la pensione ordinaria che quelle in deroga, richiedono un numero di anni di contributi che non è mai inferiore ai 30 (requisito contributivo necessario per accedere all’Ape Sociale, per esempio). Per chi possiede meno di 30 anni di contributi, quindi, l’accesso alla pensione può avvenire solo tramite due misure.

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Ho circa 24 anni di contributi e sono del 1955,quando posso andare in pensione? grazie”

Pensione con 20 anni di contributi

Per chi è in possesso di poco più di 20 anni di contributi le possibilità di pensionamento sono soltanto 2: da una parte la pensione di vecchiaia, raggiungibile al compimento dei 67 anni, e dall’altra la pensione anticipata contributiva, che però è destinata solo ad una platea abbastanza ristretta di lavoratori.

Per accedere alla pensione anticipata contributiva sono necessari almeno 64 anni di età unitamente ad un minimo di 20 anni di contributi. Trattandosi di una misura contributiva, però, è necessario che tutti i contributi ricadano interamente nel sistema contributivo e questo avviene soltanto in due casi: quando i contributi sono stati versati a partire dal 1996 o quando si sceglie il computo nella Gestione Separata.

La pensione anticipata a 64, inoltre, richiede anche un terzo requisito che riguarda l’importo della pensione spettante che non può essere inferiore a 2,8 volte l’assegno sociale INPS (che nel 2021 ha un importo mensile di circa 460 euro).

Appare chiaro, quindi, che si tratta di una misura destinata solo a chi, pur avendo avuto una carriera abbastanza breve ha ricevuto retribuzioni abbastanza alte.

Nel suo caso, quindi, avendo 66 anni potrebbe accedere alla pensione anticipata contributiva fin da subito ma solo nel caso che tutti i suoi contributi siano stati versati dopo il 31 dicembre 1995 e solo nel caso che la pensione spettante abbia l’importo sopra indicato. In caso non rientri in questa misura l’alternativa resta quella di attendere il compimento dei 67 anni per l’accesso alla pensione di vecchiaia.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO