Pensione con 13 anni di contributi: misura contributiva o assegno sociale

Per chi compie i 67 anni senza aver versato almeno 20 anni di contributi il pensionamento potrebbe essere molto difficile.

Pensione con 13 anni di contributi: misura contributiva o assegno sociale

L’attuale normativa prevede che per accedere alla pensione di vecchiaia siano necessari i 67 anni di età ma anche l’aver versato almeno 20 anni di contributi. Per chi non raggiunge i 20 anni di contribuzione versata potrebbe esserci la possibilità di accedere alla quiescenza per vecchiaia grazie ad una delle 3 deroghe previste dalla legge Amato. Altrimenti l’alternativa rimane solo quella della pensione a 71 anni o l’assegno sociale.

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buonasera io ho compiuto i 67 anni a luglio scorso e ho 13 anni di contributi e mio marito percepisce una pensione di 820 € al mese . Io avrei diritto a qualche cosa. Non abbiamo nessun reddito. Abbiamo una sola casa di proprietà di 50 mq. Grazie mille”.

Pensione con 13 anni di contributi

Purtroppo senza i 20 anni di contributi richiesti per l’accesso avere diritto ad una pensione di vecchiaia è molto difficile.

Se tutti i suoi contributi sono stati versati dopo il 31 dicembre 1995, però, potrebbe avere diritto alla pensione di vecchiaia contributiva al compimento dei 71 anni: la misura, infatti, richiede soltanto un minimo di 5 anni di contributi a patto che siano stati versati tutti dopo la data che le ho indicato.

In ogni caso, fin da subito, potrebbe avere diritto all’assegno sociale di 459 euro mensili visto che il reddito familiare (suo sommato a quello del coniuge) per averne diritto deve essere inferiore a 11.908 euro.

Se l’unico reddito posseduto è dato dalla pensione di suo marito di 820 euro mensili (da moltiplicare per 13 mensilità) rimanete al di sotto del reddito limite stabilito considerando che il reddito dell’abitazione in cui si vive non fa cumulo con il resto dei redditi.

Per ricevere l’assegno sociale, quindi, deve presentare apposita domanda all’INPS o tramite il sito dell’INPS se è in possesso del PIN o facendosi assistere nella richiesta da un Patronato o un centro di assistenza fiscale.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories