Pechino manda in tilt questi miliardari: che succede ai magnati cinesi?

Violetta Silvestri

26 Luglio 2021 - 11:15

condividi

La Cina protagonista assoluta dei mercati: con la sua stretta contro il profitto delle società legate all’istruzione ha declassato alcuni magnati cinesi, che ora non sono più miliardari. Che succede?

Pechino manda in tilt questi miliardari: che succede ai magnati cinesi?

La Cina affonda in Borsa oggi e travolge anche alcuni tra i maggiori miliardari della nazione: perché Pechino ha declassato a milionari diversi magnati?

Tutto è riconducibile alla stretta normativa messa in atto non solo per i colossi tech, controllati nelle loro mosse finanziarie in ottica antimonopolistica e non solo.

Ora dalla Cina si è diffuso l’annuncio di nuove regole contro il profitto delle società legate al tutoring per il curriculum scolastico. Di colpo, alcuni miliardari cinesi hanno perso il loro status di persone più ricche della nazione e non solo. Cosa sta succedendo?

La Cina affonda Chen, tra i più ricchi del mondo

Larry Chen, ex insegnante di scuola ora una delle persone più ricche del mondo, ha appena perso il suo status di miliardario: cosa succede?

L’uomo, fondatore, presidente e amministratore delegato di Gaotu Techedu, adesso vale $ 336 milioni, secondo il Bloomberg Billionaires Index, dopo che le azioni della sua società di turoting online sono crollate di quasi due terzi nel trading di New York venerdì.

Tutta colpa della nuova stretta annunciata da Pechino. Sabato 24 luglio, la Cina ha pubblicato regolamenti che vietano alle aziende che insegnano programmi scolastici di realizzare profitti, raccogliere capitali o diventare pubbliche.

È l’ultimo colpo per Chen, che ha perso più di 15 miliardi di dollari di ricchezza dalla fine di gennaio quando le azioni di Gaotu sono crollate.

Questa è solo un’ennesima tappa della spettacolare ascesa e caduta del miliardario, che ha fondato Gaotu, precedentemente chiamato GSX, nel 2014 e ha visto il titolo aumentare di oltre 13 volte dal suo debutto nel 2019 fino al massimo del 27 gennaio.

Ma da allora le azioni di Gaotu hanno perso il 98% del loro valore, travolte anche dall’implosione di un investitore, Archegos Capital Management di Bill Hwang.

La stretta normativa cinese ha dato un ulteriore colpo.

I miliardari cinesi diventano milionari: che succede?

Chen non è stato l’unico a vedere la sua ricchezza precipitare.

La fortuna del CEO di TAL Education Group, Zhang Bangxin, è scesa di 2,5 miliardi di dollari a 1,4 miliardi di dollari dopo che le azioni della società sono crollate del 71% a New York venerdì.

Anche il presidente di New Oriental Education & Technology Group Yu Minhong ha perso il suo status di miliardario, perdendo $ 685 milioni e lasciandolo con un valore di partecipazione di $ 579 milioni dopo che l’azienda è affondata del 54%.

La politica di regolamentazione della Cina sui colossi quotati continua a lasciare vittime tra i magnati: cosa accadrà a investitori e mercati? Gli analisti osservano.

Argomenti

# Borse

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.