Cina: Banca centrale taglia tassi sui prestiti al 4,25% e svaluta (di nuovo) lo yuan

l’istituto ha varato un taglio del tasso di interesse di riferimento a un anno sui prestiti alle banche commerciali al 4,25% dal precedente 4,31%. Gli analisti si aspettavano 4,24%

Cina: Banca centrale taglia tassi sui prestiti al 4,25% e svaluta (di nuovo) lo yuan

Provvedimento storico della Banca centrale cinese, la People Bank of China (Pboc): nel corso della notte l’istituto ha varato un taglio del tasso di interesse di riferimento a un anno sui prestiti alle banche commerciali al 4,25% dal precedente 4,31%. Gli analisti si aspettavano 4,24%.

L’azione sui tassi della Pboc appresenta un passo fondamentale in primis perché la Banca centrale cinese ha anche svalutato di nuovo lo yuan nei confronti del dollaro: ha fissato il cambio a 7,0454 contro i 7,0365 di ieri.

L’obiettivo è di guidare al ribasso i costi dei prestiti bancari e migliorare l’accesso al capitale – si legge nel comunicato della Pboc -, in particolare per le Pmi.

Le prossime mosse di Pechino

Il provvedimento Pboc arriva in un contesto sfidante per la Cina. Nel frattempo la patata bollente Hong Kong continua a dare grattacapi alle autorità cinesi. Il governo cinese ha svelato dei piani per dare impulso alla città continentale di Shenzhen e farla diventare quello che i media statali hanno definito un «posto migliore» rispetto alla vicina Hong Kong, ex colonia britannica divenuta negli anni un centro finanziario di caratura mondiale.

Settimane di manifestazioni, proteste e occupazioni hanno fatto precipitare Hong Kong in una crisi che Pechino sta ora valutando come un’opportunità per lo sviluppo di Shenzhen.

Lunedì i media statali hanno parlato di una serie di linee guida diffuse dal governo centrale cinese che mirano a trasformare Shenzhen in un’area pilota di «socialismo con caratteristiche cinesi».

Senza fornire molti dettagli, il documento politico indica l’obiettivo di trasformare la «forza economica e la qualità dello sviluppo» di Shenzhen in una delle migliori al mondo entro il 2025. Si delinea, inoltre, l’intenzione di costruire una maggior integrazione con Hong Kong e Macao; entro il 2035, infine, la città della Cina meridionale «guiderà il mondo» nella competitività economica globale.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories