Papa Francesco si dimette? Perché se ne parla

Alessandro Cipolla

23/08/2021

23/08/2021 - 17:20

condividi

Si susseguono le voci su delle possibili dimissioni di Papa Francesco dopo la sua malattia: le ultime news sembrerebbero smentire questa ipotesi, anche se già si parla di una sorta di exit strategy.

Papa Francesco si dimette? Perché se ne parla

Papa Francesco si dimette: cosa c’è di vero dietro questa clamorosa ipotesi che, nelle ultime ore, è iniziata a circolare con insistenza su diversi dei principali giornali nostrani dopo essere stata lanciata dal quotidiano Libero?

Al momento tutte le ultime news provenienti dal Vaticano sembrerebbero smentire questa indiscrezione, visto che il Pontefice dopo la malattia che lo ha costretto a inizio giugno a sottoporsi a un’operazione, è pronto nelle prossime settimane ad affrontare un impegnativo viaggio in Ungheria e Slovacchia.

Nell’articolo di Libero scritto da Antonio Socci, un giornalista che non è mai stato troppo tenero con Bergoglio, viene riferito come “in Vaticano sempre più insistentemente si parla di un nuovo Conclave”.

“Papa Francesco avrebbe infatti manifestato l’intenzione di lasciare - si legge nell’articolo - A dicembre prossimo, fra l’altro, compie 85 anni che è la stessa età di Benedetto XVI al momento della rinuncia”.

Per Socci il motivo della rinuncia di Bergoglio non sarebbe anzitutto l’età, ma lo “ stato di salute che è finito sotto i riflettori in modo improvviso ed imprevisto con l’intervento chirurgico del 4 luglio scorso al Policlinico Gemelli”.

Raccogliendo così diverse indiscrezioni, si legge così che “la malattia del
Papa è severa e degenerativa
, potrebbe essere anche cronica
”, tanto che già si starebbe iniziando a parlare del possibile sostituto di Papa Francesco.

Dimissioni Papa Francesco: cosa c’è di vero?

Dopo l’intervento al colon, inaspettato per i fedeli ma da tempo programmato dalla Santa Sede, tutte le news riguardanti lo stato di salute Papa Francesco diramate dal Vaticano sono state estremamenti positive.

Luis Badilla, direttore del sito Il Sismografo, ha però sottolineato come “i comunicati sulle condizioni di salute del Pontefice sono sempre stati emanati dalla Sala stampa vaticana e non sono mai stati firmati da medici e dal Policlinico Gemelli”.

C’è da dire però che Bergoglio di recente ha ripreso a effettuare le sue udienze private, confermando al tempo stesso il viaggio in Ungheria e Slovacchia in programma a metà settembre, neanche tre mesi dopo la sua operazione.

Riguardo le possibili dimissioni del Papa per problemi di salute, il Fatto Quotidiano scrive che “è quindi innegabile che il pre conclave si sia aperto, almeno negli ultimi mesi, ma ciò non significa che il regno di Francesco sia all’epilogo; il pre conclave di Wojtyla durò un decennio prima che, con la morte del Papa polacco, si aprisse davvero la Sede Vacante”.

L’Huffington Post parla invece di come “Papa Francesco potrebbe presto promulgare una nuova legge (sotto forma di Costituzione apostolica) per disciplinare le dimissioni del Papa, e soprattutto lo status successivo alla rinuncia di un Pontefice”.

Questo però sarebbe dovuto a “evitare tutta una serie di interpretazioni fuorvianti sull’esistenza di due papi”, nonostante le voci di una sorta di exit strategy da parte di Papa Francesco in caso di sue dimissioni.

Iscriviti a Money.it