Pagare con lo smartphone: come fare? Le migliori app di mobile payment

Pagare e trasferire denaro via smartphone è semplicissimo con le migliori app di mobile payment disponibili in Italia. Ecco quali sono, come funzionano e come usarle in tutta sicurezza.

Pagare con lo smartphone: come fare? Le migliori app di mobile payment

Pagamenti via smartphone: come funzionano? Ecco i migliori servizi e app di mobile payment in Italia e quali sono le banche e i negozi che li accettano.

Per pagare nei negozi, nei locali e nei ristoranti non c’è più bisogno di metter mano al portafogli, ma bensì allo smartphone.

I servizi di mobile payment sono un circuito alternativo alle classiche carte di credito. Questi sistemi permettono agli utenti di trasferire e ricevere fondi, di fare bonifici e di pagare nei negozi abilitati tramite applicazione.

Con queste app si possono saldare conti in tempo reale senza dover tirare fuori contanti o il bancomat, evitando così il rischio di perderlo o, nella peggiore delle ipotesi, che venga clonato.

Dal caffè al bar alla spesa del supermercato, per pagare basta un semplice click sul proprio smartphone. Tutto è più semplice e veloce con i sistemi di pagamento via smartphone, e infatti anche in Italia sono sempre di più i clienti che scelgono di utilizzare i pagamenti smart nei negozi e nei ristoranti.

I dati, infatti, dimostrano che il mobile wallet è la forma di pagamento del futuro. E anche se avvicinare lo smartphone a un lettore NFC per pagare il conto del ristorante o la spesa al supermercato sembra, soprattutto per noi italiani, un gesto ancora poco familiare, le statistiche mostrano che la modalità di pagamento via smartphone è in progressiva crescita (il mobile wallet ha registrato nel 2015 un aumento del 75%, superando i 300 milioni di euro). Tanto che nei prossimi anni potremmo assistere a una sparizione del denaro contante e delle carte di credito.

Pagare via smartphone: vantaggi e sicurezza

Se avete deciso di abbandonare contanti e carte di credito per convertirvi al meraviglioso mondo dei mobile payment, ci sono alcune cose che dovete sapere.

Utilizzare questi servizi e queste app è molto facile e intuitivo, consente di risparmiare tempo e di rendere le operazioni di pagamento negli esercizi commerciali più rapide e sicure.
Quello che vi occorre è uno smartphone su cui scaricare l’app, una connessione a Internet e un conto corrente.

Inoltre è importante tenere a mente che, anche se si tratta di sistemi che garantiscono un certo grado di sicurezza, è bene seguire degli accorgimenti. Difendersi è comunque semplice. Basta tenere sempre aggiornati il sistema operativo, l’app in questione e l’antivirus sullo smartphone.

Ora che sapete che anche qui in Italia sono molti i servizi che permettono questo tipo di pagamenti e vi sono numerosi negozi che accettano il pagamento via smartphone, vediamo insieme quali sono le migliori app di mobile payment disponibili nel nostro Paese e come funzionano.

Pagare con lo smartphone: i migliori servizi e app di mobile payment

Il portafogli entra nello smartphone grazie ad alcuni servizi e applicazioni disponibili per i dispositivi iOS, Android e Windows Phone. Una volta scaricata l’app e seguito le indicazioni per registrarvi e usufruire del servizio, potete pagare in modo semplice e sicuro anche se il telefono è scarico o il vostro smartphone non prevede la tecnologia NFC.

Ecco di seguito i 3 migliori servizi di pagamenti da mobile disponibili in Italia, come funzionano e quali vantaggi assicurano. Una volta scoperti non andrete più in giro con il portafogli, scommettiamo?

Vodafone Pay

Dopo Wallet, Vodafone lancia Vodafone Pay, l’app che permette di pagare in modo veloce, semplice e sicuro con lo smartphone abbinando tutte le carte di credito e la maggior parte delle prepagate dei circuiti Visa e MasterCard. Vodafone Pay è compatibile con i principali modelli di smartphone Android con sim NFC, permette di pagare in tutti i negozi e punti vendita dotati di POS contactless.

Pagare con Vodafone Pay è semplicissimo: basta avvicinare lo smartphone (anche da scarico) al POS contactless del negozio e, senza doverlo per forza sbloccare o aprire l’app, l’acquisto viene effettuato.

Così come per le carte contactless, per autorizzare l’operazione in caso di pagamenti superiori ai 25€ è necessario digitare sul POS il PIN personale scelto al momento di attivazione della carta. Questa modalità manuale è comunque possibile anche per gli acquisti inferiori ai 25€.

In caso di furto o perdita dello smartphone le carte fisiche possono rimanere attive e si andrà a bloccare, tramite il numero di servizio clienti Vodafone, solamente il servizio Vodafone Pay.

Satispay
Satispay è un servizio di pagamento via smartphone che utilizza il codice IBAN e il numero di cellulare per consentire pagamenti senza carta di credito o di debito per importi, al momento, non superiori a 200€.

Per pagare con Satispay non è necessaria la tecnologia NFC. Basta inserire il codice PIN di 5 cifre all’interno della propria applicazione Satispay, selezionare l’opzione di pagamento, scegliere il nome del negozio, inserire l’importo dovuto e inviare il pagamento.

I principali vantaggi di questo servizio sono i costi ridotti al commerciante convenzionato (0,20€ per transazioni dai 10€ in su) e l’eliminazione della carta di debito da parte dell’utente, che paga in totale sicurezza senza vedersi attribuito alcuna commissione.

La sicurezza è proprio un ulteriore vantaggio dei pagamenti tramite Satispay: dopo il pagamento, infatti, l’applicazione si chiude. Per cui, nel caso di smarrimento o furto, eventuali malintenzionati non possono accedere al denaro e, anche se ci riuscissero, visualizzerebbero solo la cifra presente in quel momento sul conto Satispay, che non può essere superiore alla suddetta cifra stabilita o al budget dell’app.

Sono più di 2000 i negozi e i locali che hanno aderito a Satispay, tra cui i ristoranti MyChef di Areas Italia, e non si esclude che più avanti anche da McDonald’s, Panino Giusto e Rossopomodoro si potrà pagare il conto dal proprio smartphone.

Jiffy
Jiffy è l’app con cui si possono trasferire soldi e fare bonifici via smartphone disponibile per sistemi operativi Android, iOS e Windows. Jiffy è una sorta di WhatsApp dei pagamenti.

Come funziona? Basta avere un conto corrente in una banca che aderisce al servizio: il cliente si registra atraverso il portale dell’home banking e il suo codice IBAN viene associato al numero di telefono.

Anche chi non ha un conto corrente può usare Jiffy, a patto che disponga di una carta prepagata con un codice IBAN. Intesa San Paolo, BNL, UniCredit, UBI Banca e Monte dei Pashi di Siena sono solo alcune delle banche italiane che già integrano Jiffy.

Jiffy funziona esattamente come Whatsapp: in una rubrica compaiono le altre persone iscritte a cui sarà possibile inviare il denaro. Selezionato il destinatario e inserita la cifra, basta un ok e parte il trasferimento.

Se si esce a cena fuori e ci si è dimenticati del portafoglio, con Jiffy si può subito ridare i soldi al proprio amico con un bonifico in tempo reale: il servizio permette di invitare anche le persone della rubrica che ancora non hanno aderito al progetto.

Un messaggio avverte mittente e ricevente dello spostamento di soldi dai rispettivi conti correnti, e per controllare le transazioni effettuate c’è la “lista disposizioni” dove sono registrate tutte le operazioni.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.