I Paesi che hanno sconfitto il Covid (per adesso)

Elisa Corpolongo

27 Agosto 2021 - 22:40

condividi

La situazione della pandemia non viaggia allo stesso modo ovunque. Alcuni Paesi hanno sconfitto il Covid, almeno per adesso: ecco quali.

I Paesi che hanno sconfitto il Covid (per adesso)

Alcuni Paesi dell’Unione Europea sono avanti nella battaglia al Covid-19 e pare che abbiano - almeno per adesso - sconfitto il virus. In alcune aree dell’Euro zona, quindi, la situazione della pandemia sembra procedere verso un miglioramento.

Sono proprio i Paesi interessati a dichiarare che alcune zone sono sotto controllo e ci si appresta a breve a rimuovere tutte le restrizioni imposte durante quest’ultimo periodo per il contenimento del contagio.

La situazione del Covid-19 in Francia

In Francia pare che la campagna vaccinale abbia riscontrato molto successo durante l’estate sostenuta dall’introduzione del green pass obbligatorio per alcune situazioni. Lo scorso 12 luglio, infatti, il Presidente Emmanuel Macron aveva annunciato l’introduzione del pass sanitario obbligatorio per alcune categorie di persone.

Pare che oltre alle proteste su vasta scala che si erano mosse districandosi in più di una manifestazione contro l’obbligo vaccinale, questa misura del Governo francese abbia anche indotto milioni di persone a vaccinarsi, facendo della Francia uno dei Paesi che dichiara di tenere l’epidemia sotto controllo.

In questo Paese quasi il 60% della popolazione ha completato l’intero iter vaccinale, mentre il 71% ha ricevuto una dose ed è in procinto di completare tutto il percorso di vaccinazione.

La Danimarca rimuove tutte le restrizioni per il Covid-19

In Danimarca pare che l’epidemia sia decisamente sotto controllo, in quanto il Governo si appresta a rimuovere tutte le restrizioni che erano state imposte per il contenimento dei contagi. Pare che questo allentamento quasi totale delle misure restrittive sarebbe stato poco plausibile senza la vaccinazione capillare.

Le misure di contenimento dei contagi saranno revocate a partire dal 10 settembre, poiché la malattia non è più considerata in Danimarca come una minaccia per la società. L’epidemia sembra essere sotto controllo e i tassi di vaccinazione hanno raggiunto ritmi record.

Il Ministro della Sanità Mangus Heunicke ha dichiarato in un comunicato stampa che la Danimarca si ritiene fuori dalla pandemia. In questo Paese oltre il 70% della popolazione è vaccinato con ciclo completo, mentre più del 75% ha ricevuto almeno una dose.

Il caso dell’Islanda: il maggior numero di vaccinati al mondo

L’Islanda è già riuscita a dotare di vaccinazione la maggior parte dei suoi abitanti. Sebbene alcune restrizioni siano in attivo e i contagi siano in nuova crescita, pare che l’Islanda possa essere considerata come un Paese che ha sconfitto il Covid, almeno per il momento.

Infatti, il 90% delle donne adulte e il 96% degli uomini adulti risultano vaccinati e, nonostante l’aumento dei contagi, non sono state registrate forme gravi della malattia durante l’ultimo periodo. Per di più, dall’inizio dell’anno è stato ricollegato al Covid-19 soltanto un decesso.

La Cina azzera i contagi e ha solo 21 casi di Covid-19 gravi

La Commissione sanitaria nazionale della Cina ha riportato che il Paese ha in pratica ridotto a zero i contagi a diffusione interna dopo solo un mese dal focolaio dovuto alla variante Delta che era avvenuto all’aeroporto di Nanchino.

In particolare, la Commissione sanitaria nazionale della Cina ha dichiarato che i casi di Covid-19 da considerarsi rilevanti durante l’ultimo periodo sono stati 21, di cui 4 a Shanghai, 5 nel Guangdong, 3 a Tianjin e 3 nello Yunnan, 2 a Pechino e uno per ogni Provincia di Shanxi, Zhejiang, Henan e Sichuan. Numeri decisamente più bassi rispetto al passato.

Su queste basi, la Cina ha revocato le restrizioni anti-Covid nel porto di Ningbo-Zhoushanin, uno dei più importanti al mondo per quanto concerne il trasporto di merci. Il porto in questione era rimasto chiuso dall’inizio di agosto.

Argomenti

Iscriviti a Money.it