PIL Cina: crescita sui minimi di 30 anni. Che succede?

Cristiana Gagliarducci

17 Gennaio 2020 - 09:15

condividi

Il PIL della Cina è avanzato del 6,1% nel 2019 ma ha messo a segno la performance peggiore degli ultimi 30 anni

PIL Cina: crescita sui minimi di 30 anni. Che succede?

Il PIL della Cina ha gettato nuove ombre sullo stato dell’economia asiatica, la quale è avanzata del 6,1% nel corso dell’anno appena archiviato.

Nonostante un dato del genere sia tradizionalmente considerato positivo, nel caso di Pechino la questione è risultata più complessa.

Come era ovvio che fosse, uno dei principali motivi che hanno frenato la crescita della Cina nel corso dell’anno da poco archiviato è stata la guerra commerciale combattuta contro gli Stati Uniti e giunta questa settimana a un (preliminare) punto di svolta.

PIL Cina: i motivi di una crescita ai minimi di 30 anni

A far luce sullo stato dell’economia cinese sono stati i dati pubblicati qualche ora fa dall’Istituto nazionale di statistica del Paese. Come anticipato il PIL della Cina ha messo a segno una variazione positiva del 6,1% che ha centrato le attese degli analisti, comprese tra il 6% e il 6,5%.

Nel solo 4° trimestre dell’anno e rispetto al 3° il tasso di crescita è risultato dell’1,5%. Anche in questo caso il dato non si è discostato dalle previsioni del consensus. Su base annua invece il PIL di ottobre-dicembre è avanzato del 6%.

Nonostante il dato dell’anno possa risultare invidiabile dalla maggior parte delle economie mondiali, esso ha rappresentato la performance peggiore mai registrata negli ultimi 30 anni, precisamente dal 1990.

“Dobbiamo anche essere consapevoli che la crescita economica e commerciale globale sta rallentando”.

Con queste parole Il commissario dell’Istituto nazionale di statistica Ning Jizhe ha commentato i dati sul PIL 2019 della Cina.

Come già detto, determinante nelle performance economiche del Dragone è stata la guerra commerciale USA-Cina, ma non solo. A pesare sui dati oggi pubblicati sono stati anche fattori interni tra cui la debolezza della domanda e il rallentamento di investimenti, credito e consumi.

La frenata è risultata notevole soprattutto se paragonata al tasso di crescita dell’anno precedente: nel 2018 il PIL della Cinaera avanzato del 6,6%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.