Da qualche tempo Nissan sembra stia iniziando a riprendersi sia finanziariamente che dal punto di vista del prodotto, dopo un periodo molto difficile. La casa automobilistica giapponese ha apportato alcuni dolorosi tagli negli ultimi mesi. La buona notizia è che quei sacrifici stanno iniziando a dare i loro frutti. Nelle ultime ore però una notizia clamorosa ha riportato Nissan al centro delle attenzioni.

Nissan starebbe per dire addio a Mitubishi

Infatti secondo Bloomberg, che cita fonti non identificate, Nissan starebbe esaminando la possibilità di vendere una parte o tutta la sua partecipazione del 34% in Mitsubishi. Mitsubishi è diventata la terza società dell’Alleanza Renault-Nissan nel maggio 2016, quando Nissan ha accettato di pagare 2,2 miliardi di dollari per il 34% della casa giapponese.

Nissan all’epoca era essenzialmente arrivata in soccorso di Mitsubishi che era stata travolta dallo scandalo sui dati relativi ai consumi delle sue auto. L’acquisto del 34% della società da parte di Nissan fu una decisione presa dall’ex CEO Carlos Ghosn.

La casa giapponese preferirebbe concentrarsi sul suo rilancio

Occorre dire che al momento le due società non hanno voluto commentare queste voci che in breve tempo hanno fatto letteralmente il giro del mondo. Secondo alcuni analisti Nissan starebbe prendendo in considerazione la vendita di Mitsubishi, in quanto quest’ultima dovrebbe registrare una perdita operativa di $ 1,39 miliardi per l’anno 2020.

Secondo altri invece Nissan potrebbe semplicemente preferire concentrarsi sulla propria ripresa, specialmente nei mercati vitali del Nord America e della Cina, invece di pompare potenzialmente più soldi in un marchio con la propria serie di problemi. Vedremo se nei prossimi giorni queste voci saranno smentite o confermate dalle due società.