Niente coprifuoco e restrizioni per i vaccinati: la svolta della Germania

Alessandro Cipolla

04/05/2021

04/05/2021 - 14:40

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La Germania è pronta a cambiare: niente obbligo di rispettare il coprifuoco e le restrizioni sociali per chi ha completato il ciclo vaccinale, con Angela Merkel che avrebbe il supporto della sua maggioranza e dei Verdi.

Niente coprifuoco e restrizioni per i vaccinati: la svolta della Germania

La Germania da giorni ha iniziato a spingere sull’acceleratore sul fronte dei vaccini anti-Covid, infrangendo il muro del milione di somministrazioni al giorno dopo una partenza con il freno a mano tirato.

Il Governo adesso secondo una indiscrezione della Bild sarebbe pronto a un ulteriore passo in avanti, grazie a un accordo che Angela Merkel avrebbe trovato all’interno della sua maggioranza incassando una importante sponda anche nei Verdi, primo partito dell’opposizione.

Già a partire dal prossimo fine settimana, la Germania potrebbe così cancellare molte delle restrizioni attualmente in vigore alle persone che hanno ricevuto le due dosi previste per il vaccino anti-Covid, eccezion fatta per chi ha fatto Johnson & Johnson che non ha bisogno di richiamo.

Germania: niente coprifuoco e restrizioni per i vaccinati

Per chi ha completato il ciclo vaccinale in Germania presto potrebbero esserci delle grandi novità, visto che stando ai piani del Governo potrebbero non dover più rispettare il coprifuoco che al momento, così come da noi, scatta alle ore 22 e dura fino alle 5 del mattino.

Non solo niente più coprifuoco, ma anche addio alle restrizioni sociali, all’obbligo di quarantena e al dover fare un tampone per accedere ad alcuni negozi e servizi come i musei o i parchi divertimento.

Non dovranno rispettare queste restrizioni anche chi è considerato guarito dal Covid, ovvero almeno da 28 giorni e al massimo da 6 mesi, mentre rimane invece l’obbligo di indossare la mascherina e il distanziamento sociale.

L’obiettivo - ha spiegato ministro della Salute tedesco Jens Spahn confermando l’indiscrezione - è di far entrare in vigore la nuova disposizione alla fine di questa settimana o al massimo la prossima settimana”.

Una svolta questa della Germania che in qualche modo potrebbe far ben sperare anche per quanto riguarda l’Italia, visto che finora sul tema dei vaccini abbiamo spesso abbiamo “copiato” le decisioni prese da Berlino.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories