Milano, il sindaco Beppe Sala condannato a 6 mesi per un appalto Expo

Il sindaco di Milano Beppe Sala è stato condannato a 6 mesi per falso materiale e ideologico, in una vicenda riguardante l’assegnazione del maxi appalto per la Piastra dell’Expo.

Milano, il sindaco Beppe Sala condannato a 6 mesi per un appalto Expo

Il sindaco di Milano Beppe Sala (centrosinistra) è stato condannato dai giudici della decima sezione penale a sei mesi di reclusione, convertiti poi in pena pecuniaria di 45.000 euro, nel processo in cui era accusato di falso materiale e ideologico.

La vicenda riguarda quando Sala era amministratore delegato dell’Expo milanese ed è incentrato sulla presunta retrodatazione di due verbali con cui sono stati sostituiti nel maggio del 2012 due componenti della commissione di gara per l’assegnazione del maxi appalto per la Piastra dei Servizi.

Secondo il sostituto procuratore generale Massimo Gaballo ci sarebbe “la prova incontrovertibile della consapevolezza di Sala della retrodatazione di due verbali della commissione di gara per l’appalto sulla Piastra dei Servizi”.

Il tutto sarebbe stato dettato dalla paura da parte di Beppe Sala del rischio che non si fosse potuto realizzare l’Expo. Secondo la difesa del sindaco di Milano, le indagini e il processo avrebbero invece escluso questa consapevolezza.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Beppe Sala

Argomenti:

Milano Reato Beppe Sala

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.