Microsoft di nuovo in trattativa per l’acquisizione di Yahoo!

Microsoft e Yahoo di nuovo al tavolo: come nel 2008 si discute di un’offerta da parte della casa di Redmond per il core business di Yahoo, offerti 8 miliardi di dollari.

Microsoft sembra essere intenzionata ad acquisire Yahoo. Dopo il tentativo risalente al 2008, Microsoft sembra provarci di nuovo, con la speranza che questa volta la società californiana sia predisposta al dialogo più di quanto non lo fu in passato.

Yahoo infatti sta vivendo da diversi anni uno scenario che la vede costretta tra i colossi Google e Facebook e le diverse operazioni di riacquisto delle proprie azioni ne hanno col tempo ridotto il vero valore.

Dopo le ulteriori difficoltà dello scorso mese, una possibile vendita del suo core business sembra più che mai concreta e Microsoft appare nuovamente in prima linea.

Microsoft e Yahoo: la storia si ripete

Con le voci riguardanti la possibile acquisizione da parte di Microsoft di Yahoo, ritorna di attualità una situazione che si era già vissuta circa otto anni fa, con gli stessi protagonisti.

Nel febbraio del 2008, in quella che sarebbe stata l’acquisizione più grande nella storia di Microsoft, l’azienda di Redmond offrì 45 miliardi di dollari per Yahoo. Entrambe le società erano surclassate da Google nelle ricerche online e nell’advertising, così Microsoft credeva nella possibilità di una unione con Yahoo per la creazione di un vero competitor che potesse battersi ad armi pari con il colosso di Mountain View.

All’epoca Yahoo rifiutò la generosa offerta di Microsoft, con il CEO e co-fondatore della società Jerry Yang che dichiarò l’offerta di Microsoft inadeguata, sottostimando il valore della multinazionale californiana.

Dopo un’ulteriore offerta che seguì di soli tre mesi corretta al rialzo di 5 miliardi di dollari, nuovamente rifiutata, Microsoft si tirò indietro.
Oggi il valore sul mercato di Yahoo è stimato essere attorno ai 33,4 miliardi di dollari, circa 16 miliardi meno della seconda offerta che Microsoft le fece nel corso del 2008.

Yahoo in difficoltà: la volta buona per Microsoft?

Lo scorso giovedì il sito di informazione tecnologica Re/code ha riportato l’intenzione da parte di Microsoft di partecipare all’acquisizione del core business di Yahoo, citando fonti familiari alla vicenda.

Yahoo sarebbe infatti intenzionata ad offrire il cuore della sua attività (motore di ricerca, posta elettronica e settore news) dopo una battaglia che non è più in grado di sostenere contro Google e Facebook.
Secondo quanto riferito, si parla di una cifra richiesta da parte di Yahoo di 10 miliardi di dollari, contro un valore stimato dalla controparte che raggiunge al massimo gli 8 miliardi.

La maggior parte del valore attuale di Yahoo è rappresentata dalla sua partecipazione nella società di e-commerce cinese Alibaba. Dal 2005 il valore della partecipazione è aumentato da 1 a 24 miliardi di dollari, fattore che restituisce attrattiva al core business di Yahoo legato alla pubblicità, secondo l’analista Pyykkonen, che vede nel 2008 un’occasione persa e in quella di oggi una seconda chance da cogliere al volo.

Il valore delle azioni di Yahoo, ad oggi, è pari a 35 dollari, contro i 33 dollari del 2008. Ma questo non deve ingannare, le diverse operazioni di buyback hanno enormemente ridotto il reale valore della società, che ora si ritrova in un periodo tutt’altro che florido.

Che sia la volta buona per Microsoft?

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.