Mercato auto: il 2022 inizia nel segno della crisi

Violetta Silvestri

17 Febbraio 2022 - 12:09

condividi

Il mercato auto continua a soffrire e a gennaio 2022 le immatricolazioni in Europa segnano ancora una flessione. Questa la situazione fotografata dai dati Acea. La crisi dei chip resta dominante.

Mercato auto: il 2022 inizia nel segno della crisi

Le vendite di auto in Europa sono diminuite per il settimo mese consecutivo a gennaio, poiché la continua carenza di semiconduttori ha continuato a frenare la produzione.

Il rapporto Acea sulle nuove immatricolazioni del primo mese dell’anno non ha lasciato molto spazio all’ottimismo: un nuovo minimo automobili vendute nel vecchio continente è stato raggiunto.

Perdite a doppia cifra anche per l’Italia nelle immatricolazioni di gennaio. Tra i brand, Volkswagen resta leader per la quota di mercato, in flessione Stellantis.

Tutti i dettagli sulla persistente crisi del settore automotive con i numeri sulle nuove immatricolazioni a gennaio 2022.

Vendite auto nuove in Europa: -6,0% a gennaio 2022

Acea ha svelato che nel mese di gennaio 2022 i veicoli di nuova immatricolazione in Unione Europea sono stati 682.596 unità. Il numero si è tradotto in un -6,0% rispetto a gennaio 2020.

Le vendite di automobili nuove sono diminuite del 2,4% a 822.423 a gennaio rispetto allo scorso anno, considerando UE, Paesi Efta e Gran Bretagna. Il calo prolunga il periodo peggiore del settore da quando l’associazione ha iniziato a monitorare il mercato all’inizio degli anni ’90.

Il mese scorso immatricolazioni sono state irregolari nei maggiori mercati europei. Mentre Francia e Italia hanno registrato alcuni dei cali più significativi, le vendite in Germania e Regno Unito sono cresciute moderatamente. Tuttavia, analisti e dirigenti automobilistici concordano sul fatto che la carenza di chip continuerà a perseguitare il settore quest’anno.

Nel dettaglio dei Paesi, queste le vendite di auto nuove a gennaio 2022 con confronto allo stesso mese del 2021:

  • Italia: 107,814, -19,7%;
  • Francia: 102,899, -18,6%
  • Belgio: 33,947, -10,0%;
  • Paesi Bassi: 30,984, -11%;
  • Germania: 184,112, +8,5%;
  • Spagna: 42,377, +1,0%;
  • Slovacchia: 5,739, +72,6%;
  • Romania: 9,337, +55,5%

Per quanto riguarda le case automobilistiche, a gennaio 2022 Volkswagen ha mantenuto la quota di mercato maggiore, pari al 25,4% e in leggerissima flessione rispetto al 2021.

Stellantis, che a Milano cede lo 0,58% alle ore 12.00, ha registrato un calo della sua quota al 20,5% dal 22,7% di gennaio 2020.

Renault ha migliorato la sua posizione, con un 10,5% rispetto al 10,2%, così come Hyundai passata al 9,7% dal 7,1%.

BMW e Mercedes-Benz hanno visto la loro quota calare, rispettivamente a 7,0% e a 5,7%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO

Selezionati per te