Mercati oggi: l’Asia torna incerta, tra Covid e stime inflazione

Violetta Silvestri

31 Maggio 2021 - 08:37

condividi

I mercati oggi tornano cauti e preoccupati da Covid e incertezza sul tema inflazione. La Cina scambia contrastata e il Giappone va giù: che succede?

Mercati oggi: l'Asia torna incerta, tra Covid e stime inflazione

Mercati oggi: le azioni asiatiche si prendono una pausa in questo inizio di settimana.

Con le Borse chiuse negli USA e in Regno Unito, i future azionari statunitensi sono rimasti stabili dopo i segnali che la ripresa economica della Cina potrebbe stabilizzarsi e poiché gli investitori continuano a valutare i rischi di un’impennata dell’inflazione globale.

Inoltre, l’Asia è di nuovo sotto la minaccia del coronavirus. Non solo l’India, anche Malesia e in parte il Giappone preoccupano.

La settimana si preannuncia cruciale anche per il rilascio dei dati USA sulla disoccupazione, che potrebbero dare indicazioni alla Fed e alla sua politica monetaria.

In questa cornice, i mercati oggi si mantengono cauti: che succede?

Mercati: l’Asia in frenata, focus sulla Cina

Alle ore 8.15 circa italiane, l’Asia scambia contrastata. Il Nikkei giapponese perde l’1% in una seduta iniziata in rosso a causa della preoccupazione sul Covid a livello nazionale.

In Cina, gli indici Shenzhen e Shanghai si muovono in territorio positivo con rialzi di +0,7% e +0,09%. In generale, il sentiment cinese è frenato dinanzi ai nuovi dati PMI appena rilasciati. Sebbene i numeri hanno mostrato una espansione, con il PMI manifatturiero ufficiale a 51,0 (sopra i 50 è espansione), le previsioni sono state disilluse.

Le pressioni sui prezzi hanno inciso negativamente sulla performance e alcuni analisti hanno evidenziato che la crescita cinese potrebbe aver raggiunto il suo picco. Ci sono stati segnali di una certa debolezza, come i nuovi ordini in rialzo ma ai minimi da tre mesi; le vendite all’estero al ribasso come non accadeva da febbraio e l’occupazione in calo.

Anche Honk Kong va in rosso, mentre Taiwan registra un +1,17% e il Kospi della Corea del Sud un +0,35%.

Cosa aspettarsi dalla settimana?

Le azioni globali rimangono vicine al record, sostenute dalla ripresa economica in corso e dalle iniezioni di stimoli. Il rally ha finora superato i timori che le pressioni sui prezzi possano costringere a una riduzione prima del previsto del supporto della banca centrale.

Tuttavia gli investitori rimangono sensibili al rischio e il rapporto sui salari non agricoli degli Stati Uniti di questa settimana potrebbe ostacolare i mercati se cambia la percezione della forza del rimbalzo.

Un rapporto sull’indice dei responsabili degli acquisti in Cina ha mostrato che i costi per i produttori sono balzati ai massimi in circa un decennio.

Inflazione - e in parte il Covid in ripresa in Asia - agitano ancora le Borse.

Argomenti

# Borse
# Asia
# azioni

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.