Fase 2, Meloni: “Rischio bomba sociale”. Ma gela Salvini sullo scendere in piazza

Alessandro Cipolla

28/04/2020

30/04/2021 - 13:02

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Giorgia Meloni condanna l’ultimo DPCM firmato da Giuseppe Conte “preoccupa la sciatteria nel prendere queste decisioni”, ma frena sull’ipotesi lanciata da Matteo Salvini di una manifestazione in piazza “si metterebbe in pericolo chi partecipa”.

Fase 2, Meloni: “Rischio bomba sociale”. Ma gela Salvini sullo scendere in piazza

Giorgia Meloni attacca Giuseppe Conte ma anche questa volta si smarca dal suo alleato Matteo Salvini, dicendosi contraria in questo momento a scendere in piazza per manifestare contro l’ultimo DPCM di Palazzo Chigi vista l’emergenza coronavirus ancora in corso.

Per il resto la leader di Fratelli d’Italia intervistata da La Stampa non risparmia bordate al governo, parlando di delusione per i contenuti del DPCM dopo che nelle settimane precedenti i giallorossi avevano in qualche modo fatto trapelare grandi aspettative per questa Fase 2 che prenderà il via il prossimo 4 maggio.

Invece per la Meloni lo scorso 26 aprile il premier “ha convocato una conferenza stampa quasi a reti unificate solo per farci sapere che in tutto il mondo gli chiedono gli autografi, e che la tanto attesa Fase 2 ci consentirà di andare a trovare i parenti, perché nella sostanza nient’altro cambia”.

L’esponente del centrodestra sarebbe preoccupata per la “ sciatteria con cui vengono prese certe decisioni , senza mai confrontarsi con i diretti interessati, si tratti dell’episcopato o delle categorie economiche interessate alle riaperture”.

C’è il rischio che esploda la bomba sociale e che ci ritroviamo poi con un gigantesco problema di ordine pubblico - ha spiegato la Meloni - presto la gente rifiuterà di stare chiusa in casa a morire di fame”.

La Meloni stoppa Salvini sulla piazza

Se il centrodestra è compatto nel criticare le mosse di Palazzo Chigi, il fronte sembrerebbe essere molto meno coeso per quello che riguarda la proposta di Matteo Salvini di scendere presto in piazza per manifestare contro il governo.

L’ex ministro dell’Interno infatti ha ipotizzato una manifestazione da svolgere però seguendo tutte le attuale misure di sicurezza, quindi indossando le mascherine e mantenendo la distanza di un metro.

Anch’io sono sollecitata da migliaia di persone avvelenate, in preda alla disperazione, che non ne possono più di limiti spesso assurdi imposti alle nostre vite” ha spiegato Giorgia Meloni, che però si è detta contraria a scendere in piazza adesso visto il momento.

Finché dura il contagio andare in piazza significherebbe mettere in pericolo chi partecipa alla protesta . E l’opposizione sarebbe accusata di alimentare l’epidemia”, con Fratelli d’Italia che comunque starebbe pensando a come realizzare a breve iniziative “forti ma compatibili con le regole”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories