Meglio Waze o Google Maps? App navigatore a confronto

Biagio Petronaci

8 Novembre 2021 - 15:15

condividi

Google Maps o Waze: qual è il navigatore mobile più adatto alle tue esigenze? Ecco un confronto tra le due app e le loro funzionalità per capire qual è più precisa e affidabile.

Meglio Waze o Google Maps? App navigatore a confronto

Quando parliamo di app navigatore, che si tratti di spostarsi in auto, a piedi o in bici e non si conosce la strada o il percorso migliore, viene subito in mente Google Maps. Sicuramente è l’app di navigazione stradale più usata, ma non è l’unica soluzione. Waze, sempre di proprietà di Google, è un’ottima app che, grazie ad alcune sue caratteristiche e funzionalità, ha conquistato moltissimi utenti. Qual è meglio tra Google Maps e Waze? Ecco un confronto tra le due app per capire qual è la migliore per le tue esigenze.

Waze e Google Maps a confronto: qual è meglio?

Google Maps e Waze sono navigatori mobile con molte funzionalità in comune. Entrambi disponibili via app mobile su dispositivi iOS e Android e compatibili con Android Auto e Apple CarPlay, esistono anche in versione browser desktop con cui ottenere indicazioni stradali e informazioni su distanza e tempi per raggiungere la destinazione via auto, treno, mezzi pubblici e così via.

Entrambi i servizi ti aiutano a trovare indirizzi e arrivare dove vuoi andare, e lo fanno integrando la navigazione in tempo reale con feature come le condizioni del traffico, percorsi alternativi, presenza di semafori, strade chiuse per lavori e vicinanza a servizi, negozi e luoghi d’interesse. Entrambi, inoltre, permettono di salvare le mappe offline per usarle in un secondo momento anche senza internet. Nell’utilizzo sono praticamente uguali: la differenza fondamentale tra Waze e Google è che Waze fa affidamento sugli utenti che lo utilizzano in tempo reale, ed è più “aggressivo” di Google Mpas nel farti seguire percorsi alternativi se più veloci, anche a costo di farti prendere strade strane. Ma entriamo nel dettaglio.

Google Maps: la navigazione Google Maps: la navigazione

Evitare il traffico

Uno dei principali problemi quando si viaggia in auto o moto è la possibile presenza del traffico. Moltissime applicazioni di navigazione stradale includono delle funzionalità che permettono di evitare il traffico. Da questo punto di vista, Waze sembrerebbe essere la miglior soluzione. Gli utenti, infatti, possono pianificare un itinerario, scoprendo in anticipo l’orario di partenza consigliato (in base al traffico) e l’orario di arrivo previsto.

Inoltre, se durante il percorso dovessero cambiare le condizioni, il navigatore potrebbe automaticamente scegliere un percorso alternativo. Anche Google Maps presenta degli itinerari alternativi, ma poiché Waze si basa sui dati in tempo reale la qualità sembrerebbe essere maggiore da questo punto di vista.

La community

Waze è un progetto “aperto”: tutti gli utenti possono contribuire al suo funzionamento. I conducenti che utilizzano l’applicazione possono segnalare in tempo reale eventuali ingorghi, proporre strade alternative, indicare incidenti stradali, prezzi dei carburanti, autovelox e molto altro.

Questo è probabilmente uno dei punti di forza di questo servizio. Gli utenti possono contare su una community attiva. Waze è basato proprio sulla collaborazione degli utenti (che sono numerosissimi in tutto il mondo). Quando però ci si trova in una strada senza altri utenti non si può fare affidamento sulle informazioni aggiornate in tempo reale. Si tratta però di una condizione molto rara: i guidatori che utilizzano Waze – fornendo, di conseguenza, segnalazioni - sono numerosissimi.

Punti d’interesse

Esplorando un luogo nuovo, molti automobilisti vorrebbero visitare i punti d’interesse. Entrambi i software indicano agli utenti i luoghi da visitare in una specifica zona e i servizi (come ristoranti, benzinai e altro). Google Maps, però, offre di più. Prima di tutto, sono disponibili molti più indicatori, così da poter trovare rapidamente quello che si stava cercando.
Per quanto riguarda i locali, Maps include molte più informazioni, che compongono una scheda completa. Gli utenti possono ad esempio visualizzare l’indirizzo, gli orari, i contatti, le recensioni degli utenti, le foto, i prezzi e molto altro. Questa quantità elevata di informazioni e dettagli rende Google Maps uno strumento straordinario per tutti coloro i quali vorrebbero visitare luoghi nuovi. Esiste anche un modo per scoprire dove è stata parcheggiata la propria automobile.

La scheda di un luogo La scheda di un luogo

Il trasporto pubblico

Spesso è consigliabile spostarsi con i mezzi pubblici, specialmente nelle grandi città. Anche in questo caso è possibile consultare un’applicazione di navigazione stradale per scoprire quali mezzi – come autobus e metropolitane – prendere per raggiungere una meta ben precisa.
Quando ci si sposta con qualunque mezzo che non sia la propria autovettura è consigliabile utilizzare Google Maps. L’applicazione gratuita include infatti orari, mappe complete ed eventuali ritardi dei trasporti. Un recente aggiornamento ha anche introdotto uno strumento per scoprire quante gente c’è sul bus. Così facendo riuscirai a spostarti con i mezzi pubblici senza nessun problema. In alcune grandi città è possibile anche prenotare un taxi o Uber pagando in anticipo. Si tratta di funzionalità che su Waze non sono semplicemente presenti.

Il design e i comandi vocali

Partiamo da un presupposto: entrambe le applicazioni presentano design molto curati. Durante la guida è essenziale poter contare su navigatori leggibili e compatibili con i comandi vocali: quando si guida un qualsiasi veicolo è fondamentale non distrarsi. Google Maps presenta un’interfaccia più ricca, ma anche meno leggibile rispetto alla semplice UI di Waze.
Entrambi i servizi permettono di utilizzare i comandi vocali. Gli utenti possono quindi controllare la navigazione utilizzando la voce ed evitando di togliere le mani dal volante. L’esperienza è con ambedue le piattaforme straordinaria.

Personalizzazione

Waze include moltissime opzioni di personalizzazione: gli utenti possono quindi creare un’esperienza personale. L’app offre diverse opzioni vocali, specialmente per coloro i quali parlano inglese. Spesso è possibile anche selezionare le voci di alcune celebrità. Google Maps presenta invece pochissime opzioni da questo punto di vista.

Su Waze puoi inoltre personalizzare l’icona che appare sullo schermo durante la navigazione: tra veicoli, simboli e moto c’è l’imbarazzo della scelta. Puoi anche cambiare l’avatar che gli altri autisti visualizzano, rendendo tutto ancora più dinamico e divertente. Waze, dunque, è il servizio che offre di certo una quantità maggiore di personalizzazioni.

La schermata principale di Waze La schermata principale di Waze

Meglio Google Maps o Waze? Conclusioni

Abbiamo dunque scoperto due ottimi servizi che offrono agli utenti moltissimi strumenti utili durante gli spostamenti. Quale converrebbe usare? In realtà non esiste una risposta “universale”: tutto dipende da quello che cerchi.
Waze è ideale se ti stai spostando in macchina o moto e vorresti scoprire eventuali percorsi alternativi in caso di problemi, traffico o altro. Inoltre, la presenza della community rappresenta un importante punto a favore. Vorresti personalizzare la tua esperienza? Allora Waze è l’applicazione che fa per te.

Google Maps è ideale praticamente per chiunque: automobilisti, turisti che si spostano con i mezzi pubblici, pendolari e persone che vorrebbero scoprire posti nuovi. Indubbiamente, si tratta del servizio di questo tipo più completo tra quelli attualmente in circolazione. Se desideri quindi utilizzare queste funzionalità aggiuntive, Google Maps potrebbe rappresentare la scelta ideale.

Argomenti

# iPhone
# Google
# iOS 15

Iscriviti a Money.it