Mediobanca e JA Italia portano l’educazione finanziaria nelle scuole medie

Il programma didattico “Crescere che impresa!” mira a promuovere la cultura dell’imprenditorialità e del risparmio fra i ragazzi delle scuole medie italiane con l’obiettivo di sviluppare le competenze necessarie ai cittadini ed alla classe dirigente del domani

Mediobanca e JA Italia portano l'educazione finanziaria nelle scuole medie

Fra qualche giorno andrà a chiudersi la prima edizione del “Mese dell’educazione finanziaria”, in corso ad ottobre. L’iniziativa, lanciata nel corso dell’estate dal Ministero dell’Istruzione, ha ricevuto l’adesione di circa 100 soggetti organizzatori, pubblici e privati, profit e no profit, che hanno realizzato 361 iniziative di educazione finanziaria rivolte ai cittadini in tutte le regioni italiane, per un totale di più di 100 città.

Fra le istituzioni creditizie italiane in prima fila per sostenere questo ambizioso programma vi è il Gruppo Mediobanca che questa mattina a Milano, presso la propria sede, ha presentato il programma didattico “Crescere che impresa!”, rivolto ai ragazzi delle scuole medie tra gli 11 e i 14 anni e in partenza dal mese di novembre in collaborazione con Junior Achievement Italia (JA Italia).

“Siamo davvero orgogliosi dei risultati sempre più soddisfacenti che ci offre Crescere che impresa! rivolto alle scuole secondarie di primo grado e coerente con il modello progressivo di Junior Achievement”, ha affermato Antonio Perdichizzi, Presidente di JA Italia, aggiungendo che “Mediobanca rappresenta l’alleato giusto in termini di contenuti, solidità e disponibilità per sostenere questo progetto e auspichiamo che questa collaborazione possa durare nel tempo. JA Italia intende rafforzare l’impatto delle reti locali già operanti nel territorio, investendo risorse economiche e umane a favore dell’orientamento dei più giovani, al fine di sviluppare quelle competenze necessarie al mondo del lavoro e a diventare cittadini responsabili. Insieme, siamo convinti di poter migliorare sempre di più la capacità attrattiva e il livello di innovazione didattica della Scuola italiana, garantendo opportunità di apprendimento collaudate e pratiche capaci di offrire maggiore apertura alla realtà esterna”.

Il progetto “Crescere che impresa!”: i dettagli

Il progetto “Crescere che impresa!” rientra tra le iniziative del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria nel “Mese dell’educazione finanziaria”. Per questo motivo nel corso della presentazione del programma è intervenuta anche Annamaria Lusardi, Direttore del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria e docente alla George Washington University, è considerata una delle massime esperte di educazione finanziaria a livello mondiale.

Il progetto nato dalla collaborazione fra JA Italia e il Gruppo Mediobanca ha l’obiettivo di ispirare e incoraggiare ragazze e ragazzi a credere in sé stessi e nelle proprie idee fornendo loro le competenze e gli strumenti utili a progettare consapevolmente il proprio futuro. Il programma si compone di 3 incontri della durata di 2 ore ciascuno, svolti in classe da un docente interno alla scuola, affiancato da un volontario proveniente dal mondo dell’impresa e adeguatamente formato.

Perché il “Mese dell’educazione finanziaria”?

L’iniziativa “Mese dell’educazione finanziaria” è stata lanciata per correggere i risultati di una recente indagine nella quale gli italiani risultano agli ultimi posti a livello europeo e al penultimo tra i paesi aderenti all’Ocse (acronimo di Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico).

Secondo gli ultimi dati sull’abbandono scolastico, in Italia il tasso di dispersione durante il periodo di istruzione è stato del 13,8% nel 2016, a fronte del 10% dichiarato come obiettivo strategico del programma Europe 2020, e restano forti gli squilibri territoriali, con i dati relativi a Sicilia, Campania, Puglia, Calabria e Sardegna al di sopra della media nazionale.

Con il programma Crescere che impresa!, grazie all’utilizzo di una metodologia didattica esperienziale che prevede principalmente attività di gruppo e interattive, gli studenti partecipano attivamente alle dinamiche scolastiche e non, imparando a conoscere la figura dell’imprenditore e le caratteristiche che lo contraddistinguono.

I ragazzi hanno l’opportunità, inoltre, di valorizzare e finanziare un’idea o un progetto avvicinandosi al mondo dell’economia digitale e globale, scoprendo le modalità di acquisto utilizzate nella vita di tutti i giorni, analizzandone vantaggi e svantaggi e imparando a diventare “consumatori consapevoli”. Il programma accompagna gli studenti a una conoscenza migliore di sé e del proprio futuro professionale, offrendo alcuni utili strumenti per esplorare le opportunità dei settori lavorativi e delle professioni emergenti.

“Da anni il Gruppo Mediobanca sostiene progetti volti a favorire l’inclusione sociale e l’educazione, con un occhio di riguardo ai più giovani” – ha spiegato Francesco Saverio Vinci, Direttore generale di Mediobanca. “Il nostro sostegno all’iniziativa promossa da JA Italia deriva dalla volontà di contribuire allo sviluppo della cultura finanziaria e imprenditoriale presso i ragazzi in età scolastica. Il progetto “Crescere che impresa!” sarà inoltre l’occasione per promuovere il volontariato aziendale in maniera trasversale all’intero del Gruppo. È proprio attraverso i colleghi di CheBanca! e Compass, che operano nelle 300 filiali presenti a livello nazionale, che garantiremo una copertura capillare del progetto, contribuendo a generare valore nei territori in cui operiamo”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Educazione finanziaria

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.