M&A 2017: fusioni e acquisizioni in Italia valgono 95 miliardi

Il 2017 è stato un anno intenso nell’ambito delle fusioni e acquisizioni sui mercati internazionali: operazioni per oltre tremila miliardi di dollari. L’Italia ha contribuito con 113 miliardi di dollari, circa 95 miliardi di Euro. Mediobanca protagonista.

Il mercato delle M&A, ovvero fusioni e acquisizioni tra aziende, chiuderà il 2017 con volumi superiori a 3.000 miliardi (3,5 trilioni per la precisione), soglia superata per il quarto anno consecutivo.

Come è ovvio che sia, sono stati gli USA a guidare la classifica dei mercati con maggior peso delle operazioni pur con una flessione del 16% (fonte: Thomson Reuters), mentre l’Europa pur cubando poco più della metà ha registrato un progresso rispetto all’anno precedente circa della stessa proporzione.

Tra le M&A più importanti del 2017 registriamo:

  • Amazon che ha acquistato la catena di negozi fisici dedicati all’alimentare Whole Foods
  • Disney che ha lanciato un attacco letale a Rupert Murdoch rilevando quote importanti di 21st Century Fox, Sky e Star India

Per l’Italia si registrano l’acquisto dell’americana General Cable da parte di Prysmian e la fusione Luxottica-Essilor (in fase di definizione). Nel complesso il mercato italiano ha registrato operazioni di M&A per 95 miliardi di Euro.

Consulenza M&A: Mediobanca leader

Nella speciale classifica delle banche d’affari attive nella consulenza su operazioni di fusione e acquisizione spicca l’italiana Mediobanca guidata dall’AD Alberto Nagel con operazioni gestite per 63,7 miliardi di Euro. Seguono Goldman Sachs (35,44 miliardi) e Credit Suisse (30,3 miliardi).

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories