Maturità 2021: cos’è l’elaborato?

Teresa Maddonni

22 Febbraio 2021 - 18:20

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Maturità 2021: cos’è l’elaborato? Entro il 31 maggio 2021 gli studenti dovranno trasmettere il testo scritto a partire dal quale si terrà il maxi orale sulla scia di quanto accaduto lo scorso anno. Vediamo di cosa si tratta sulla base delle prime anticipazioni.

Maturità 2021: cos'è l'elaborato?

Maturità 2021: che cos’è l’elaborato? Una domanda che molti studenti che quest’anno devono affrontare la Maturità 2021 immaginiamo si stiano ponendo dopo le prime anticipazioni sull’esame di Stato dal Miur in attesa dell’ordinanza ufficiale al vaglio del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione.

Dalle anticipazioni sul contenuto dell’ordinanza della Maturità 2021 sappiamo che l’esame si svolgerà con il solo maxi orale a partire dal 16 giugno e che gli studenti dovranno presentare al colloquio un elaborato.

Pare, leggendo il comunicato sul sito del Miur, che l’elaborato della Maturità 2021 sarà simile a quello previsto per lo scorso anno.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta ricordando che gli studenti dovranno consegnare l’elaborato entro il 31 maggio 2021.

Maturità 2021: ecco cos’è l’elaborato

Maturità 2021: per capire cos’è l’elaborato nel dettaglio dobbiamo fare riferimento alle anticipazioni relative all’ordinanza ufficiale del Miur sugli esami di Stato che presto verrà diffusa.

Come lo scorso anno immaginiamo sia dilagato il panico tra gli studenti quando hanno sentito parlare di elaborato sebbene l’impostazione della Maturità 2021 dovrebbe essere molto simile a quella dello scorso anno.

Il colloquio orale prende il via il 16 giugno, e per i giorni a seguire, con la discussione dell’elaborato assegnato dal Consiglio di classe sulla base del percorso svolto.

L’argomento dell’elaborato per la Maturità 2021 viene assegnato dagli insegnanti da ciascuno studente e studentessa entro il 30 aprile mediante deliberazione del Consiglio di classe.

Ogni insegnante dovrà seguire gruppi di studenti nella costruzione dell’elaborato che andrà consegnato entro il 31 maggio 2021. Gli insegnanti accompagneranno gli studenti nell’elaborazione del testo.

L’elaborato anche per la Maturità 2021, come accaduto lo scorso anno, riguarderà le discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi e come si legge nel comunicato del Miur “potranno essere integrate anche con apporti di altre discipline, esperienze relative ai Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento o competenze individuali presenti nel curriculum dello studente.”

L’elaborato della Maturità 2021 potrà avere la forma più varia:

  • scritta;
  • multimediale;
  • prova pratica.

All’interno dell’elaborato, come anche nel corso del colloquio della Maturità 2021, saranno esposte le esperienze svolte nei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, l’alternanza scuola-lavoro.

L’ammissione però non sarà generalizzata come accaduto lo scorso anno, ma per la Maturità 2021 spetterà al Consiglio di classe. Le prove Invalsi si terranno, ma non costituiranno requisito di accesso alla Maturità 2021.

Maturità 2021: non solo elaborato

Il maxi orale della maturità 2021 non si comporrà del semplice elaborato, ma anche:

  • della discussione di un breve testo, già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana durante il quinto anno;
  • dell’analisi, da parte del candidato, del materiale scelto dalla commissione (un testo, un documento, un problema, un progetto).

L’impostazione della Maturità 2021, a partire dall’elaborato, è quindi la medesima dello scorso anno. Il voto massimo è 100 con lode, di cui 60 punti sono attribuiti al credito scolastico e 40 all’orale.

Come per la Maturità 2021 la commissione sarà tutta composta da insegnanti interni e solo il presidente sarà esterno.

Per eventuali maggiori dettagli sull’elaborato e in generale sulla Maturità 2021 attendiamo l’ordinanza ufficiale del Miur.

Argomenti

# Italia
# Scuola
# MIUR

Iscriviti alla newsletter

Money Stories