Matteo Renzi attaccato dalla stampa estera: “I veri motivi della crisi di Governo”

Antonio Cosenza

9 Gennaio 2021 - 18:10

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La stampa estera non ha dubbi sulle motivazioni della crisi: “Matteo Renzi gioca con la politica per interessi personali”.

Matteo Renzi attaccato dalla stampa estera: “I veri motivi della crisi di Governo”

Non sta a me giudicare - o almeno non in questo momento - se la decisione di Matteo Renzi di far vacillare la maggioranza sia giusta o sbagliata, anche perché personalmente fatico ancora a comprenderne le motivazioni (e non escludo possa trattarsi di un bluff). Guardando ai giudizi della stampa estera, però, sembrano non esserci dubbi a riguardo: Matteo Renzi, infatti, stenta a trovare consensi.

Dopo il duro attacco di D’Alema - che questa settimana ha fatto notare che una persona “impopolare come Renzi ne sta mettendo in discussione una popolare come Conte” - anche la stampa estera non si risparmia e attacca Matteo Renzi per lo scoppio della crisi di Governo.

I principali quotidiani esteri credono che la mossa di Renzi sia spinta solamente dalla tutela di interessi personali. Ma vediamo nel dettaglio come vedono la crisi di Governo all’estero, ovvero come i quotidiani più importanti commentano quanto sta succedendo in Italia.

Matteo Renzi massacrato dalla stampa estera: “Le vere motivazioni dietro la crisi di Governo”

Il Financial Times qualche giorno fa commentava quanto sta succedendo in Italia senza utilizzare mezzi termini:

“Nel bel mezzo di una pandemia globale e di una brutta recessione potrebbe non sembrare il momento più opportuno per provare a far cadere il governo. A meno che tu non sia Matteo Renzi”.

Bastano queste poche righe pubblicate dal prestigioso quotidiano economico del Regno Unito per capire qual è la percezione che i giornali esteri hanno di Matteo Renzi e della crisi di Governo minacciata da Italia Viva.

Renzi non ne esce bene, con il Financial Times che ritiene si tratti solamente di tutelare i propri interessi personali, visto che Giuseppe Conte rappresenta un ostacolo alle “rinnovate ambizioni politiche di Renzi dopo la nascita del suo nuovo piccolo partito”.

Meno lapidario il giudizio del francese Les Echos, il quale riconosce alcuni errori fatti da Giuseppe Conte in questo mese. Ma nonostante ciò non è questo il momento per scatenare una crisi di Governo: ma d’altronde - scrive l’autore del pezzo Olivier Tosseri - “Matteo Renzi lo conosciamo tutti”. Questo però non esclude che possa trattarsi di “un bluff”, con Renzi che potrebbe essersi mosso solamente per ottenere qualcosa in più al tavolo del Governo; anche perché - ricorda il giornalista - in caso di elezioni Italia Viva sparirebbe.

Il Politico.eu, costola europea dell’omonima testata americana, svela quello che potrebbe essere il piano segreto di Renzi: posizionarsi al centro, diventando così l’ago della bilancia di qualsiasi Governo. Ma per farlo dovrà per forza di cose risalire nei sondaggi, altrimenti è molto probabile che in caso di nuove elezioni la previsione di Les Echos si concretizzerà con Renzi che sparirà dagli scenari politici del Paese.

Lo spagnolo El Paìs parla invece di “crisi irresponsabile in in un momento di estrema fragilità”, mentre il tedesco Die Welt si chiede “se l’Italia ha bisogno di un nuovo Governo nel bel mezzo della peggiore crisi degli ultimi decenni”.

Infine c’è Gavin Jones, corrispondente da Roma per Reuters, il quale ritiene che Renzi stia “giocando con la politica”, descrivendo il leader di Italia Viva come una persona che sta agendo in “modo cinico e spregiudicato per un vantaggio politico o personale, anziché per il bene comune”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories