La mascherina all’aperto si può già togliere in Italia: ecco dove e perché

Fiammetta Rubini

21/06/2021

21/06/2021 - 13:19

condividi

Da oggi niente più obbligo di mascherina all’aperto, tranne in alcuni casi: una Provincia autonoma ha già deciso. Cartabellotta: «Ok a togliere la mascherina all’aperto, soprattutto se vaccinati»

La mascherina all'aperto si può già togliere in Italia: ecco dove e perché

L’obbligo di mascherina all’aperto e al chiuso è una delle ultime regole rimaste in un’Italia ormai quasi tutta in zona bianca.

Mentre si discute della sua possibile abolizione a partire dalle prossime settimane, una Provincia Autonoma l’ha già revocata: dal 21 giugno in Alto Adige non c’è più l’obbligo di indossare mascherine protettive all’aperto, tranne che in alcuni casi. 

Alla base della decisione, si legge nel testo dell’ordinanza firmata il 18 giugno, il miglioramento della situazione epidemiologica che ha permesso all’Alto Adige di passare in fascia bianca da oggi.

Nel frattempo l’ipotesi di togliere l’obbligo di mascherina all’aperto dai primi di luglio, tema caldo a Palazzo Chigi, si fa sempre più concreta: c’è addirittura chi parla di uno stop anticipato al 28 giugno.

La mascherina all’aperto si può già togliere: ecco quando

“Mi pare che la gente abbia già deciso. Oggi sono stato a Riccione e, in mancanza di ogni controllo, la metà delle persone non portava la mascherina, la teneva sotto al naso o al mento”, ha detto Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe (Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze) in un’intervista a Repubblica. “La diffusione del virus al momento è molto bassa, d’estate i virus circolatori circolano meno, continua Cartabellotta. “Quindi sì: la mascherina all’aperto possiamo toglierla, soprattutto se siamo vaccinati. Ma dobbiamo rimetterla se non possiamo restare distanti o se ci troviamo in situazioni in cui si urla o si canta. In questo caso il virus si diffonde più facilmente”.

Dove non c’è più obbligo di mascherina

In attesa che il governo prenda una decisione sull’obbligo della mascherina all’aperto già da quest’estate, la Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige ha già deciso.

Il 18 giugno il presidente Arno Kompatscher ha firmato l’ordinanza, in vigore dal 21 giugno al 30 luglio che tra le altre cose prevede l’allentamento delle misure di sicurezza in essere, in particolare in relazione all’obbligo generalizzato di indossare un dispositivo di protezione delle vie respiratorie all’aperto. Questo grazie a una “situazione epidemiologica sul territorio della Provincia che si è sviluppata in modo positivo” e a “un’incidenza settimanale di 31 nuovi casi ogni 100.000 abitanti, con un Rt pari a 0,64”.

La mascherina, precisa il testo del provvedimento, continua però a essere obbligatoria in tutte “quelle situazioni nelle quali si possano creare assembramenti o non sia possibile mantenere una distanza interpersonale continuativa di 2 metri”. L’ordinanza precisa inoltre che “si ritiene opportuno che, per la partecipazione ad eventi sportivi o, in generale, aperti al pubblico, venga richiesta la certificazione verde”.

Argomenti

Iscriviti a Money.it