MacBook Pro o Macbook Air 2020: quale scegliere? Cosa cambia, differenze e confronto

Matteo Novelli

11/05/2020

07/07/2021 - 11:27

condividi

Meglio MacBook Pro 2020 o MacBook Air? Ecco cosa cambia, le differenze principali e quale modello scegliere tra i due portatili di casa Apple.

Meglio il nuovo MacBook Pro 2020 o il MacBook Air ultimo modello? Se state pensando di investire in un computer portatile Apple la scelta non può che essere tra i due modelli base da 13 pollici che differiscono oltre per il prezzo (da capogiro) anche per alcune essenziali caratteristiche di base. Cosa cambia e quali sono le differenze principali?

Mettere a confronto MacBook Pro e MacBook Air, nell’ultima versione 2020, non è semplice: i due terminali si rivolgono a due tipologie differenti di utenti che potrebbero utilizzare i portatili Apple per differenti funzioni e necessità, andando quindi a orientare meglio l’acquisto (facendo pendere l’ago della bilancia tra il risparmio o la spesa decisamente più elevata).

Scegliere il MacBook giusto è quindi fondamentale, considerando l’importanza della spesa e dell’investimento che si nasconde dietro il celebre portatile Apple. Ecco quale potrebbe fare al caso vostro.

MacBook Pro 2020 vs MacBook Air 2020: cosa cambia e differenze

Partiamo da un presupposto generale e quasi banale che spesso identifica i due modelli: il MacBook Air è una macchina potete e compatta, adatta sopratutto a un utilizzo da utente medio del portatile mentre il MacBook Pro è invece uno strumento più professionale e destinato agli utenti con necessità decisamente più settoriali (montaggio video, audio, grafica, motion graphics ecc) che richieda un ottimo compromesso tra portabilità e prestazioni.

I nuovi portatili Apple, nella versione 2020 da 13 pollici, presentano un leggero restyling che individua alcune piccole novità: la memoria interna di base fornita dal MacBook Pro 2020 passa infatti a 256 GB, eliminando la versione da 128, stessa coda accade per l’Air ed entrambi abbandonano il tanto discusso meccanismo a farfalla per la tastiera.

A cambiare tra le due versioni base è la potenza: vero che ogni portatile Apple è configurabile a proprio piacimento, facendo lievitare il prezzo iniziale, ma il MacBook Air si presenta alla vendita con una versione entry level decisamente meno prestante (1,4GHze processore Intel Core i3 dual‑core) rispetto al 13 pollici MacBook Pro (Processore Intel Core i5 quad‑core a 1,4GHz).

Air resta quindi la scelta migliore, dato anche il suo incredibile spessore, tra prestazioni nella media e MacOS: assente in questo caso la Touch Bar che facilita e amplia i comandi su MacBook Pro).

MacBook Pro 2020 vs MacBook Air 2020: quale scegliere e prezzi

Insomma, restando nel campo dei modelli base la scelta del vostro modello dovrebbe essere determinata da un’onesta intellettuale verso le esigenze che vi spingono ad acquistare un MacBook.

La versione Air 2020 è sicuramente un modello destinato a chi vuole un terminale Apple, con MacOS e il design unico e accattivante della Mela, per navigare online, scrivere e operare piccole azioni di foto e video editing che non richiedano la lavorazione di file pesanti e difficili da gestire per le prestazioni alleggerite di questo modello.

Discorso contrario è da farsi per il MacBook Pro che, a fronte forse di una dimensione da 13 pollici un po’ ristretta (a cui può però affiancarsi un secondo schermo) , offre prestazioni superiori alla media e permette di lavorare con programmi che mettono a dura prova i normali terminali di fascia media (ma occhio alla configurazione, scegliete quella che fa per voi se non desiderate ritrovarvi con prestazioni limitate).

Il prezzo poi è un fattore determinante: inutile spendere tanto se utilizzerete il MacBook principalmente per navigare e inutile spendere poco (ingannati magari dallo spessore e dalla leggerezza di Air) se l’utilizzo che cercate è più professionale.

I prezzi variano e partono da 1.229 euro per MacBook Air 2020 e 1.529 euro per MacBook Pro 13 pollici (rintracciabili anche a meno e in offerta presso negozi e catene selezionate). Attraverso il sito di Apple Store è possibile farsi un’idea delle prestazioni necessarie per voi, costruendo da zero il vostro MacBook: un’opzione che, purtroppo, farà inesorabilmente lievitare il prezzo.

Argomenti

# Mac
# Apple

Iscriviti a Money.it