Il 2020 non è stato sicuramente un anno eccezionale per Mazda. La casa automobilistica giapponese al pari dei suoi diretti concorrenti ha sofferto non poco la crisi economica e sanitaria causata dalla pandemia di coronavirus COVID-19 in tutti i suoi principali mercati.

Già da questo 2021 la casa giapponese intende invertire la tendenza. Il produttore nipponico però non prevede cambiamenti importanti nell’arco dei prossimi 12 mesi. Si dovrà aspettare il 2022 per le prime novità importanti. Infatti l’anno prossimo è previsto l’arrivo di Mazda CX-50 e della nuova Mazda6.

Agli inizi del 2022 debutteranno le nuove Mazda CX-50 e Mazda6

Si tratta di due auto che sono destinate ad incrementare e di molto le immatricolazioni della casa giapponese a livello globale. Si tratta del resto di due modelli che sono stati definiti «ad alte prestazioni» e non solo in termini di prestazioni, ma anche di vendite, ed entrambi sono quasi inediti, poiché uno è un nuovo SUV e l’altro una nuova berlina che cambia radicalmente il suo approccio tecnico rispetto alla generazione attuale.

Saranno molto più Premium, visto che debuttano su una nuova piattaforma con motore anteriore longitudinale e propulsione posteriore - anche totale - insieme a potenti motori a sei cilindri.

I dirigenti di Mazda nutrono grandi speranze per entrambi i modelli, aggiungendo all’immagine distintiva ed elegante una guida sportiva, l’arma senza tempo di Mazda per brillare contro la concorrenza. Il marchio giapponese ha già confermato ai fornitori di componenti che la produzione di entrambi inizierà all’inizio del 2022 nello stabilimento di Hofu.

Entrambi i modelli saranno offerti con motori a benzina, rispettivamente il nuovo Skyactiv-X e il sei cilindri a benzina e diesel da 3,0 e 3,3 litri. Mazda ha pure ammesso che i due modelli saranno più costosi rispetto alle generazioni attuali con l’obiettivo di rendere queste auto più premium e in grado di dare serio filo da torcere alla concorrenza.