La Cina ha messo gli occhi sull’Europa. Le principali case automobilistiche cinesi stanno iniziando ad invadere i principali mercati auto europei con le proprie auto elettriche low cost. Si tratta di un’invasione silenziosa che è appena iniziata.

I produttori di auto del gigante asiatico dopo aver raggiunto la piena maturità nel proprio paese adesso vogliono espandere ulteriormente i propri confini arrivando in massa nel vecchio continente dove la mobilità elettrica è in pieno sviluppo.

Le case cinesi pronte a conquistare l’Europa con le loro auto elettriche low cost

La prima azienda cinese che ha già ottenuto risultati significativi in Europa è MG. La casa automobilistica ha chiuso il primo trimestre del 2020 con un importante risultato nel mercato auto del Regno Unito. Le sue auto elettriche infatti hanno rappresentato il 10% delle vendite totali di EV in UK.

Visto il successo ottenuto in quel paese l’azienda cinese ha pensato bene di estendere la sua presenza in Europa anche in altri paesi tra cui Francia, Norvegia e Paesi Bassi. Anche BYD è tornata in Europa con un proprio SUV elettrico. Si tratta di Tang EV 600 che sarà venduto in Norvegia entro la fine del 2020. Anche il SUV Aiways U5 è ormai ad un passo dal suo debutto nel vecchio continente.

Il modello elettrico dovrebbe avere un prezzo di partenza intorno ai 25 mila euro. Questo senza dimenticare che quella che da molti viene considerata come la grande rivale cinese di Tesla è pronta a sbarcare in Europa nel corso del prossimo anno. Ci riferiamo a NIO che è pronta a lanciare i suoi SUV elettrici Premium nei principali mercati europei dal prossimo anno. Questo tra l’altro dovrebbe essere solo l’inizio. Dunque le case europee avranno un altro problema da dover affrontare a partire dai prossimi anni.