Lavoratori fragili: proroga al 30 giugno delle tutele Covid nel decreto Sostegni

Teresa Maddonni

22 Marzo 2021 - 13:31

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Lavoratori fragili: arriva la proroga fino al 30 giugno delle tutele per l’emergenza Covid con il decreto Sostegni e che riguardano l’assenza da lavoro e lo smart working. Novità per il calcolo delle assenze.

Lavoratori fragili: proroga al 30 giugno delle tutele Covid nel decreto Sostegni

Lavoratori fragili: novità nel decreto Sostegni perché arriva una proroga fino al 30 giugno 2021 delle tutele disposte già dal decreto Cura Italia un anno fa e rinnovate poi fino al 28 febbraio con la Legge di Bilancio.

A parlare delle nuove tutele per i lavoratori fragili è il testo del decreto Sostegni approvato e bollinato.

Per i lavoratori fragili verrebbe prorogata al 30 giugno la tutela che equipara l’assenza da lavoro alla degenza ospedaliera. Sono prorogate anche le disposizioni sullo smart working dei lavoratori fragili previste dalla legge di conversione del decreto Agosto. Vediamo cosa stabilisce in merito il decreto Sostegni che introduce anche una novità circa il calcolo delle assenze.

Lavoratori fragili: proroga tutele nel decreto Sostegni

Per i lavoratori fragili le tutele previste in ultimo dalla Legge di Bilancio fino al 28 febbraio vengono prorogate fino al 30 giugno con il decreto Sostegni all’articolo 15. Viene prorogata al 30 giugno la disposizione che prevede:

“Per i lavoratori dipendenti pubblici e privati in possesso di certificazione rilasciata dai competenti organi medico-legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita, ivi inclusi i lavoratori in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità. Tale periodo di assenza è prescritto dalle competenti autorità sanitarie, nonché dal medico di assistenza primaria che ha in carico il paziente, sulla base documentata del riconoscimento di disabilità o delle certificazioni dei competenti organi medico-legali di cui sopra, i cui riferimenti sono riportati, per le verifiche di competenza, nel certificato stesso.”

Anche con il decreto Sostegni quindi i lavoratori fragili che non possono svolgere il lavoro in modalità agile possono tuttavia avere la tutela dell’assenza da lavoro equiparata al ricovero ospedaliero. Il decreto Sostegni stabilisce infatti che i periodi di assenza dal lavoro sono esclusi dal periodo di comporto della malattia.

La tutela in oggetto trova applicazione, secondo il decreto Sostegni, dal 1° marzo essendo scadute le precedenti disposizioni in oggetto il 28 febbraio.

Lavoratori fragili: smart working semplificato fino al 30 giugno

Per i lavoratori fragili lo smart working semplificato resta in vigore fino al 30 giugno secondo quanto previsto dal decreto Sostegni. Di fatto viene prorogato quanto disposto dal decreto Agosto convertito nella Legge n.126/2020 del 13 ottobre.

Si prevede infatti che i lavoratori fragili possano svolgere il lavoro in modalità agile anche attraverso l’adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento come definite dai contratti collettivi vigenti e lo svolgimento di specifiche attività di formazione professionale.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories