La nuova Wikipedia su blockchain per sfidare la censura

Il co-fondatore di Wikipedia Larry Sanger si unisce a Everipedia per portare tutto il sapere virtuale sulla blockchain e liberarlo dalla censura.

La nuova Wikipedia su blockchain per sfidare la censura

Il co-fondatore di Wikipedia Larry Sanger si è unito a Everipedia per portare il sapere del mondo su blockchain.

Blockchain è meglio conosciuta come la tecnologia su cui si basano Bitcoin, Ethereum e altre criptovalute, ma i suoi campi di applicazione ormai vanno ben oltre il semplice arricchimento dei fratelli Winklevoss. Pensiamo, ad esempio, al nuovo gioco online CryptoKitties con cui acquistare gattini virtuali tramite Eth.

L’“enciclopedia blockchainica” rappresenta una svolta interessante per il mondo Wiki. Avere un’enciclopedia digitale sulla “catena a blocchi” consentirà di valicare i limiti del server centralizzato e portare, così, la conoscenza in tutto il mondo, anche dove Wikipedia è censurata o bandita, come Russia, Cina, Iran e Turchia. Secondo il co-fondatore e CEO di Everipedia Theodor Forselius Everipedia su blockchain rappresenterà la fine di questo tipo di censura.

E in effetti Sanger ha deciso di unirsi all’azienda non solo per le grandi potenzialità finanziarie della blockchain, ma anche per superare i limiti che lo hanno spinto a lasciare Wikipedia poco più di un anno dopo la sua fondazione. “Sono più attratto dai benefici filosofici e epistemologici di un mercato della conoscenza in cui le persone siano incentivate a contribuire con ciò che sanno”, ha detto.

Cos’è Everipedia

Everipedia è l’enciclopedia online di nuova generazione nata sul modello di Wikipedia e che, come Wikipedia, è gratuita, libera, priva di pubblicità e permette a chiunque di contribuire con il proprio contenuto. Oggi, con oltre 6 milioni di articoli, è la più grande enciclopedia di lingua inglese ma ha ancora un pubblico ristretto di editor.

Attualmente la piattaforma principale usa la tecnologia centralizzata, ma il suo team è al lavoro sullo sviluppo del software che renda Everipedia un sistema trasparente, immutabile e decentralizzato per l’accesso e la condivisione delle conoscenze.

Cosa cambia con Everipedia su blockchain

Gli utenti che contribuiranno con le loro informazioni e aggiornamenti saranno premiati con i token, nuova versione blockchain dell’attuale sistema di merito di Everipedia chiamato IQ. In questo modo gli editor verranno incentivati a creare e dall’altra parte tutti coloro che utilizzano la piattaforma diventano “azionisti”. Questi token infatti verranno utilizzati per fare l’accesso, revisionare i contenuti e potenziare l’enciclopedia. Se a un utente non piace un aggiornamento può spendere i suoi token per “metterlo alla prova”. Se la community è d’accordo con il dissenziente, le modifiche verranno apportate e lui verrà rimborsato dei suoi token.

Il supporto della blockchain, che di per sé è un sistema democratico e potenzialmente solidale grazie a caratteristiche come decentralizzazione, immutabilità di dati e informazioni, crittografia, condivisione e trasparenza, fa sì che su un sito come Everipedia gli utenti possano scrivere in modo indelebile i loro testi impossibili da censurare o modificare. In sostanza la blockchain trasforma Everipedia in una risorsa peer-to-peer; non più un server centralizzato, ma decentralizzato e quindi libero.

Argomenti:

Wikipedia

Condividi questo post:

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Wikipedia

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Commenti:

Potrebbero interessarti

Martina Cipollari

Martina Cipollari

Maggio 2016

Wikipedia, Tim e l’Università di Urbino insieme per un’enciclopedia più corretta

Wikipedia, Tim e l'Università di Urbino insieme per un'enciclopedia più corretta

Commenta

Condividi

Francesco Lucchetti

Francesco Lucchetti

Dicembre 2015

“Ho letto su Internet che”: i pericoli dei dottori scavalcati dalla rete

“Ho letto su Internet che”: i pericoli dei dottori scavalcati dalla rete

Commenta

Condividi

Stefania Manservigi -

Wikipedia accusata di sessismo: ecco perché

Wikipedia accusata di sessismo: ecco perché

Commenta

Condividi