La Bce lancerà il Quantitative Easing in stile Fed? Per Blackrock è «improbabile»

Marta Panicucci

6 Ottobre 2014 - 15:32

condividi

Le attese dei mercati vengono ogni volta tradite dalla realtà: la Bce rimanda il Quantitative Easing a data da destinarsi. Mentre gli analisti italiani, stimano o sperano, che Draghi metterà in campo il QE a marzo 2015, Blackrock bolla come improbabile una simile operazione.

La Bce lancerà il Quantitative Easing in stile Fed? Per Blackrock è «improbabile»

Ad ogni riunione della Bce c’è chi spera che il numero uno Mario Draghi lanci un quantitative easing sulla scia di quello messo in campo dalla Fed negli Stati Uniti. Gli altri restano con i piedi per terra e prevedono mosse alternative, azzeccandoci sempre.

Così è accaduto anche lo scorso 2 ottobre a Napoli. La riunione della Bce si è conclusa con un niente di fatto: Draghi ha spiegato come si svolgerà l’acquisto di titoli Abs e covered bond e lasciato i tassi invariati, specificando che più in basso di così non si può andare. Quindi anche questa volta il tanto desiderato QE è stato rimandato a data da destinarsi. Ma secondo quanto dichiarato oggi dal responsabile dell’investment advisory di Blackrock in Italia, Bruno Rovelli, probabilmente quel giorno non arriverà mai.

Ultime mosse della Bce
Il vertice Bce a Napoli del 2 ottobre non ha riservato alcuna sorpresa dal punto di vista degli interventi di politica monetaria. Draghi ha lanciato i prossimi due interventi della Bce: l’acquisto di covered bond e di titoli ABS e rimandato altre operazioni non convenzionali come il quantitative easing.

L’acquisto di Covered bond inizierà a metà ottobre e durerà per circa due anni. Questa iniziativa insieme alle altre ha l’obiettivo di riportare il bilancio della Bce a 3mila miliardi di euro toccati all’inizio del 2012. La mossa successiva di Draghi sarà l’acquisto di titoli obbligazionari ABS (asset backed securities) emessi a fronte di operazione di cartolarizzazione e di obbligazioni garantite (covered bonds).

Si tratta in pratica di strumenti finanziari che rimpacchettano prestiti e mutui; uno sorta di mini-quantitative easing, che non si estende certo ai titoli di Stato, ma che pone la Bce in controllo delle dimensioni del suo bilancio e della base monetaria. La borsa però non ha reagito bene alla versione mini del QE lanciato da Draghi e Piazza Affari, al termine del discorso del numero uno della Bce, ha lasciato sul terreno quasi il 4%.

Cosa dice Blackrock
Dopo l’ennesimo rinvio, gli analisti stimano che un vero e proprio QE in stile Fed forse arriverà soltanto nel marzo del 2015, certamente non prima. Oggi a ribadire il concetto arriva anche Blackrock che, tramite la voce del suo responsabile dell’investment advisory in Italia, bolla come «improbabile» una simile manovra.

Rovelli riconosce che ci sia stata «un’apertura a considerare questo tipo di acquisti» da parte della Bce. Tuttavia, «al momento ci appare improbabile che avvenga». Secondo la società di investimenti più ricca al mondo, la Banca Centrale Europea non lancerà mai un’operazione di acquisto di titoli di Stato come già fatto dalla Fed, dalla Bank of England e dalla Bank of Japan.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.