Kim Jong-un è vivo: apparizione pubblica dopo 21 giorni - media

Il dittatore nordcoreano avrebbe interrotto il suo isolamento in una villa extra-lusso per presenziare all’inaugurazione di una fabbrica

Kim Jong-un è vivo: apparizione pubblica dopo 21 giorni - media

Dopo molte speculazioni sullo stato di salute di Kim Jong-un, scomparso dalla scena pubblica nel bel mezzo dell’epidemia di coronavirus, un ultimo report sembra aver risolto il mistero. Il dittatore nordcoreano starebbe bene, e avrebbe fatto un’apparizione pubblica all’inaugurazione di una fabbrica di fertilizzanti. La notizia è stata data dalla radio di Stato, ripresa poi dai media sudcoreani e da NkNews.

Kim Jong-un è vivo

Dopo 21 giorni di assenza, il leader della Repubblica della Corea del Nord sarebbe tornato in pubblico. La radio statale ha detto che Kim ha fatto un’ispezione della fabbrica venerdì, scegliendo proprio la Giornata Internazionale del Lavoro del primo maggio.

A Kim si è unita la sorella, Kim Yo-jong, che in molti avevano visto come una possibile successora. Il leader non appariva in pubblico sin dal 12 aprile. Un giornalista ha colto un audio della notizia, così come è stata data dalla radio nordcoreana.

Il giornalista Martyn Williams è convinto che a breve arriveranno anche le foto.

Perché Kim Jong-un era scomparso?

Kim era stato il grande assente a un evento per la celebrazione del 108esimo anniversario della nascita del nonno, il fondatore della Corea del Nord Kim Il-sung. Diversi media avevano speculato che l’attuale leader fosse deceduto in seguito a un intervento chirurgico o un’infezione da coronavirus. Ma la realtà sarebbe ben diversa.

Secondo il New York Post, il dittatore si sarebbe rifugiato in un resort di lusso, circondato da un harem di 2.000 schiave. L’anno scorso, Kim Jong-un avrebbe fatto costruire una nuova villa sul mare, nella quale starebbe comodamente soggiornando.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories