Capacità di affrontare il Covid, Italia 41° al mondo: siamo ancora impreparati a una pandemia

Alessandro Cipolla

10 Dicembre 2021 - 11:40

condividi

Secondo il Global Health Security Index nessun Paese al mondo avrebbe ancora le capacità critiche per rispondere a una pandemia: l’Italia sarebbe così tuttora impreparata al Covid, tanto che in questa classifica siamo dietro anche a Paesi come il Perù e la Georgia.

Capacità di affrontare il Covid, Italia 41° al mondo: siamo ancora impreparati a una pandemia

Quasi due anni dopo la comparsa del Covid-19 l’Italia, così come tutti gli altri Paesi del mondo, sarebbe ancora impreparata ad affrontare una pandemia. Questo è l’amaro responso del Global Health Security Index, l’indice che misura quanto le varie Nazioni siano preparate a gestire una emergenza sanitaria.

Si tratta di una sorta di classifica periodica e molto importante, visto che viene redatta dalla Nuclear Threat Initiative e dal John Hopkins Center che, a livello mondiale, fornisce ogni giorno il numero dei contagi e dei morti Covid mettendo insieme i vari bollettini ufficiali diramati dai Governi.

Nel dettaglio il GHS Index ha misurato l’attuale grado di preparazione dei 195 Paesi ad affrontare una pandemia, confrontandolo poi con il risultato relativo al 2019 quando ancora non c’era il Covid.

Nessun Paese - si legge nel report - ha le capacità critiche per rispondere efficacemente al Covid né è preparato per future epidemie ad oggi quanto non lo fosse nel 2019”. Non fa eccezione l’Italia, soltanto 41° in questa speciale classifica nonostante il fiume di denaro speso in questi mesi per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

Capacità di affrontare il Covid: male l’Italia

Il Covid negli ultimi due anni ha sconvolto il mondo, provocando finora oltre 5 milioni di vittime accertate e mettendo in ginocchio l’economia e il tessuto sociale mondiale. Nonostante questo tsunami che ha travolto tutti i continenti, ancora nessun Paese sarebbe pienamente preparato ad affrontare una pandemia.

GHS Index 2021 GHS Index 2021 Livello di preparazione dei Paesi nell'affrontare una emergenza sanitaria

Il GHS Index 2021 che ha preso in considerazione il periodo che va dall’agosto 2020 al giugno 21021 del resto parla chiaro, con gli Stati Uniti che sarebbe il Paese in testa a questa speciale classifica seguito dall’Australia e dalla Finlandia. Nelle prime dieci posizioni troviamo anche il Regno Unito e la Germania.

E l’Italia? Male, soltanto al 41° posto e ultima tra i Paesi del G7 a distanza siderale da tutte le altre super potenze mondiali. Meglio di noi fanno anche realtà come il Perù, l’Armenia, la Bulgaria e la Georgia.

GHS Index 2021 GHS Index 2021 Dettaglio dell'Italia

Stando al dossier la nostra capacità di fronteggiare una pandemia sarebbe identica a quella del 2019, quando il Covid era per noi una parola pressoché sconosciuta. In particolare siamo 79° su 195 Paesi per la preparazione all’emergenza e nella pianificazione, ma andiamo male anche nella comunicazione dei rischi e nella capienza ospedaliera.

Nonostante l’Italia sia stato uno dei Paesi più colpiti dal Covid, la nostra capacità di affrontare una pandemia sarebbe ancora insufficiente: la speranza è che con i soldi in arrivo con il PNRR le cose possano cambiare, ma al momento i tanti miliardi finora spesi stando al GHS Index non avrebbero portato a significativi cambiamenti.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# Italia

Iscriviti a Money.it