Integrazione al trattamento minimo della pensione, quando spetta?

Lorenzo Rubini

15 Marzo 2021 - 09:28

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Per chi percepisce una pensione molto bassa è prevista l’integrazione al trattamento minimo in presenza di determinati requisiti.

Integrazione al trattamento minimo della pensione, quando spetta?

Per chi ha una pensione di importo basso potrebbe esserci il diritto all’integrazione al trattamento minimo che permetto di portare le somme spettanti a 515 euro mensili circa.

Rispondiamo, al riguardo, ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Gentile consulente, grazie di tutto ma come è scritto nella Tua risposta cioè se importo pensione è basso verrà integrato a importo di 515 euro ma anche se io sono sposata quindi non viene fatto perché considerano pensione di mio marito euro 1600 ?
Oppure viene arrotondato in ogni caso a euro 515?
Attendo Tuo gentile riscontro grazie infinite.”

Integrazione al trattamento minimo

Per il 2021 l’integrazione al trattamento minimo eleva l’importo delle pensioni a 515,58 euro mensili per 13 mensilità. Per avere diritto all’integrazione, in ogni caso, è necessario rispettare precisi requisiti reddituali.

Per i non coniugati è prevista l’integrazione al minimo in misura piena con redditi che non superano i 6702,54 euro l’anno e in misura parziale per redditi compresi tra i 6702,54 e i 13405,08 euro annui. Se il reddito supera quest’ultimo importo, per i pensionati non coniugati, l’integrazione al trattamento minimo non spetta.

Per i pensionati coniugati, invece, bisogna sempre far riferimento al reddito proprio e del coniuge per capire se si rientra nel diritto all’integrazione al trattamento minimo che spetta in misura piena se il reddito proprio è fino a 6072,54 euro e se il proprio reddito sommato a quello del coniuge non supera i 20107,62 euro annui.
In caso di pensionato coniugato l’integrazione spetta in misura parziale se il reddito personale non supera i 13405,08 euro ed il reddito sommato a quello del coniuge non supera i 26810,16 euro.

Nel caso che descrive, avendo suo marito una pensione di 1600 euro potrebbe rientrare nel diritto dell’integrazione al trattamento minimo parziale.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories