In Italia bussa l’inflazione: i prezzi tornano a salire

L’inflazione italiana ha rivisto le attese del mercato a marzo. Di seguito i dettagli più importanti dell’odierna rilevazione Istat.

In Italia bussa l'inflazione: i prezzi tornano a salire

L’inflazione italiana ha rivisto le attese del mercato a marzo, come si può osservare sul nostro Calendario Economico.

Il dato su base mensile ha lasciato osservare una variazione positiva dello 0,3% che si è dunque discostata sia dal consensus, sia dal risultato della precedente rilevazione preliminare entrambi a +0,4%.

Stesso discorso su base annua, arco di tempo in cui l’inflazione ha evidenziato un +0,8% che ha rivisto le attese degli analisti e il dato precedente, entrambi allo 0,9%.

L’indice armonizzato dei prezzi al consumo, poi, è avanzato del 2,3% su base mensile e dello 0,9% su base annua, anche in questo caso discostandosi dalle stime del mercato e dal risultato delle precedenti analisi (rispettivamente +2,5% e +1,1%).

Le rilevazioni preliminari sono state dunque riviste: l’inflazione è tornata a bussare (meno forte del previsto) alle porte dell’Italia, anche se in ottica europea l’andamento dei prezzi al consumo pare ancora troppo debole per giustificare un rialzo dei tassi di interesse.

Tornando al Belpaese, però, la rilevazione preliminare aveva già individuato le categorie di beni più colpite dall’aumento dei prezzi. A marzo, per dirla con le parole dell’Istat, l’inflazione ha colpito in misura maggiore i consumatori di tabacchi e chi usufruisce di servizi di trasporto.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su EUR - Indice dei prezzi al consumo Italia

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.