Indulgenza plenaria in streaming: a che ora e come vedere la benedizione del Papa

Anna Maria Ciardullo

27/03/2020

27/08/2021 - 15:06

condividi

Papa Francesco concederà l’indulgenza plenaria in streaming, evento eccezionale in diretta da Piazza San Pietro, ecco dove vederla e a che ora.

Indulgenza plenaria in streaming: a che ora e come vedere la benedizione del Papa

Il Papa concederà l’indulgenza plenaria durante un evento trasmesso in diretta TV e visibile anche in streaming. Una circostanza eccezionale, per avvicinare i fedeli colpiti dall’emergenza coronavirus, che hanno riposto le proprie speranze nella preghiera. A che ora vederla?

Tutti potranno "connettersi” con Papa Francesco, che si collegherà da Piazza San Pietro, vuota purtroppo a causa delle disposizioni governative, per esporre il Santissimo Sacramento e pregare insieme a tutti i fedeli. L’appuntamento è per questa sera, a partire dalle 18.00.

L’annuncio di Papa Francesco, che prevede l’indulgenza plenaria e la benedizione a tutto il mondo, è stato fortemente voluto dal Santo Padre per mostrare la sua vicinanza alla comunità cristiana, afflitta da questo male che ha attraversato anche le mura vaticane, colpendo un alto prelato.

Come vedere la benedizione del Papa in streaming e TV

La preghiera del Santo Padre, che si concluderà con la Benedizione “Urbi et Orbi”, potrà essere seguita in diretta TV su Rai Uno e sarà disponibile anche in streaming su RaiPlay, sulla pagina YouTube di Vatican News e su altre piattaforme. Non è necessario essere abbonati per accedere alla diretta streaming.

L’evento, che durerà circa un’ora, verrà trasmesso anche su altri canali televisivi internazionali sempre alle 18.00: a tutti coloro che si uniranno a questo momento spirituale di preghiera sarà concessa l’indulgenza plenaria secondo le condizioni previste dal decreto del 20 marzo emanato dalla Penitenzieria Apostolica.

Che cos’è l’indulgenza plenaria?

I fedeli che seguiranno le indicazioni del Papa riceveranno il perdono dei peccati commessi e già confessati. L’indulgenza plenaria rappresenta la cancellazione della pena temporale dovuta ai peccati già perdonati con il sacramento della confessione.

L’esempio più usato è quello del chiodo e del foro sul muro, dove il chiodo rappresenta il peccato, che una volta ottenuta l’assoluzione sacramentale si cancella, mentre il foro, ossia la pena temporale, è l’effetto di tale peccato (che rimane, perché non ha dimensione terrena).

Normalmente, le condizioni per ottenere un’indulgenza plenaria richiedono numerosi passaggi e preghiere molto particolari, oltre a determinate azioni da compiere in tempi stabiliti.

Visto il momento eccezionale le condizioni per la remissione delle pene temporali sono state aggiornate, affinché anche i malati di coronavirus, gli operatori sanitari, i familiari e quanti si prendono cura di chi sta male possano ottenere l’indulgenza plenaria anche senza essere fisicamente presenti alle celebrazioni.

Iscriviti a Money.it