In attesa della Fed, i mercati recuperano: che succede oggi?

Violetta Silvestri

26 Gennaio 2022 - 08:28

condividi

Nel giorno dell’attesa conferenza stampa di Powell, i mercati si riprendono dal selloff dei giorni scorsi. La Federal Reserve è osservata speciale, così come le tensioni in Ucraina tra Russia e USA.

In attesa della Fed, i mercati recuperano: che succede oggi?

Mercati oggi: gli indici azionari asiatici si stabilizzano dopo tre sessioni di perdite, mentre gli investitori attendono qualsiasi indizio su un più rapido inasprimento della politica monetaria da parte della Federal Reserve.

Le azioni giapponesi vacillano, mentre l’indice cinese CSI 300 sale pur rimanendo sull’orlo di un mercato ribassista, con i media statali che invitano gli investitori a tenere i nervi saldi durante il selloff globale di quest’anno.

Negli USA, Wall Street ha consegnato un’altra sessione volatile martedì.

Non c’è soltanto l’attesa conferenza stampa di Powell a far oscillare i mercati: sullo sfondo incombono i venti di guerra ucraini e tutti i nodi da sciogliere su inflazione, colli di bottiglia, ripresa economica.

Mercati oggi aspettano segnali, Asia in lieve rialzo

Alle ore 8.14 circa, il Nikkei perde lo 0,44% e gli indici cinesi Shenzhen e Shanghai scambiano in rialzo, rispettivamente a +0,7% e +0,66%. Hong Kong viaggia sulla parità.

Tutti i riflettori sono puntati sulla Federal Reserve. La Fed aggiornerà il suo piano politico stasera (ora italiana) dopo una riunione di due giorni.

I mercati hanno un prezzo per il suo primo aumento dei tassi a marzo, con altri tre aumenti di un quarto di punto entro la fine dell’anno.

“I mercati asiatici sono attualmente colpiti dalla volatilità dei mercati globali, dalle preoccupazioni per l’inasprimento della Fed di fronte all’aumento dell’inflazione e dall’incertezza sugli eventi in Russia e Ucraina, ha affermato Mansoor Mohi-uddin, capo economista della Bank of Singapore.

A livello globale, le azioni statunitensi hanno registrato la settimana peggiore dal 2020 la scorsa settimana e l’indice mondiale MSCI è sulla buona strada per il suo più grande calo mensile da quando la pandemia ha colpito i mercati nel marzo 2020.

Tuttavia, gli analisti ritengono improbabile che ciò farà deragliare i piani della Fed per inasprire la politica.

I Treasury statunitensi sono stabili, con i rendimenti dei titoli a due anni a 1,0313%, mantenendo i guadagni realizzati all’inizio di questo mese. Il rendimento dei buoni del Tesoro a 10 anni viaggia sull1,771%, un po’ al di sotto del massimo di due anni dell’1,9% raggiunto la scorsa settimana.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Selezionati per te