In attesa della Bce, le banche centrali nel mondo spingono i tassi

Violetta Silvestri

8 Giugno 2022 - 08:37

condividi

Non di fermano gli interventi delle banche centrali per calmare l’inflazione: l’ultimo segnale è dell’India, che ha alzato i tassi. In attesa della Bce, i mercati osservano le politiche monetarie.

In attesa della Bce, le banche centrali nel mondo spingono i tassi

La corsa delle banche centrali a fermare l’inflazione alle stelle continua: dopo la sorpresa australiana dell’aumento dei tassi è arrivata anche la decisione della Reserve Bank of India.

Ora tutte le attese sono per la Bce, che domani comunicherà le sue prossime mosse di politica monetaria, dando probabilmente indicazioni su quando e di quale entità avverrà il primo aumento del costo di finanziamento.

I mercati, in questo contesto fatto di pericolo recessione, inflazione indomabile, rischio crisi energetica e alimentare, rimangono fortemente dipendenti dalle decisioni delle banche centrali, che stanno influenzando le previsioni sui settori azionario, obbligazionario e valutario.

Anche l’India aumenta i tassi, cosa farà la Bce?

La banca centrale indiana ha alzato il tasso di interesse chiave per il secondo mese consecutivo per tenere a freno i prezzi che dall’inizio di quest’anno erano al di sopra dell’obiettivo.

Nel dettaglio, la RBI ha aumentato il tasso di policy repo di 50 punti base al 4,9% con effetto immediato. Il tasso repo si riferisce al tasso al quale la banca centrale concede prestiti alle banche commerciali.

“L’inflazione è cresciuta notevolmente e ben oltre il livello di tolleranza superiore”, ha affermato il governatore della RBI Shaktikanta Das in un briefing online. Gran parte dell’aumento è attribuito a una serie di shock dell’offerta che possono essere collegati alla guerra, ha affermato.

La Reserve Bank of India ha anche alzato le sue previsioni di inflazione per l’esercizio 2022-2023 al 6,7% dal 5,7% visto in precedenza.

La decisione arriva quando le banche centrali di tutto il mondo sono alle prese con un’inflazione peggiore del previsto guidata da interruzioni della catena di approvvigionamento, blocchi per il Covid e guerra in Ucraina. L’India si unisce a più di 50 autorità monetarie, inclusa la Federal Reserve, per aver alzato i tassi di almeno mezzo punto in una mossa quest’anno.

La mappa Bloomberg è eloquente al riguardo e indica tutti i Paesi nei quali è stato alzato il tasso di 50 punti base quest’anno:

Aumento tassi banca centrale nel mondo Aumento tassi banca centrale nel mondo

Ora si attendono le decisioni della Bce, che finora ha mostrato un approccio più cauto e guidato dalla gradualità. I primi interventi sui tassi dovrebbero scattare a luglio, con un rialzo più probabile di 25 punti base. Resta, però, ancora incertezza sul tema e per questo la riunione di domani 9 giugno è molto attesa.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.