Auto ibride o a benzina? Ecco cosa conviene di più e perché

Mettiamo a confronto pro e contro della motorizzazione ibrida e di quella esclusivamente a benzina.

Auto ibride o a benzina? Ecco cosa conviene di più e perché

Auto ibride o a benzina? Chi si trova davanti a questa scelta, per ora, non ha ancora mai messo in discussione la motorizzazione tradizionale, ma per scoprire quale sia più conveniente ci sono diversi aspetti da valutare.

Le differenze sono significative anche se partono da un presupposto comune, che è quello del motore a benzina: tuttavia, varianti come il prezzo d’acquisto e come i costi per mantenere le auto possono incidere sulla scelta finale.

Scopriamo di seguito i vantaggi e gli svantaggi di un’auto ibrida o una a benzina per valutare la scelta più adatta al proprio stile di guida e alle proprie percorrenze medie.

Differenze tra auto ibride e a benzina

  • L’auto esclusivamente a benzina è quanto di più tradizionale può offrire il mercato dell’automobile: un motore termico (turbo o aspirato) a combustione alimentato da benzina. Ne esistono di ogni formato e ogni potenza, e recentemente le case automobilistiche ne propongono modelli sempre più compatti, con cilindrate ridotte e meno frazionate (ad esempio sono più comuni i motori a tre cilindri rispetto a quelli a quattro) ma un’elevata potenza in termini di cavalli.
  • L’auto ibrida prevede invece due motori: quello termico appena descritto, che è accompagnato da un’unità elettrica che consente di alleggerire alcune fasi come partenze, frenate (mild hybrid), o che addirittura può entrare in azione in modo esclusivo sfruttando la carica della batteria ricaricabile (ibride plug-in).

Auto ibride o benzina, pro e contro

Ibrido
Benzina
Prezzo: le auto ibride hanno un costo più elevato a causa della tecnologia del motore elettrico che alza il prezzo Prezzo: è il tipo di automobile e di motore più economico
Consumi: variano in base a quanto incide il motore elettrico, ma le auto ibride consumano comunque meno carburante soprattutto in città Consumi: sono spesso elevati, specialmente in città
Prestazioni: ottimali grazie al motore termico e alla rapidità dell’elettrico Prestazioni: il motore a benzina rimane il più piacevole da guidare
Circolazione: non subiscono limitazioni al traffico, specialmente le auto che possono viaggiare anche solo col motore elettrico Circolazione: sono limitate ai centri storici e non possono circolare nelle domeniche ecologiche
Valore: alto, in quanto è un tipo di mobilità che sarà molto diffusa anche in futuro Valore: più alto dei veicoli Diesel, ma comunque destinato a scendere nei prossimi decenni
Inquinamento: non elevato, poiché grazie al motore elettrico si consuma meno Inquinamento: elevato
Rifornimento: le ibride plug-in non possono avvalersi di una ampia rete di rifornimento per il motore a batteria Rifornimento: i distributori di benzina sono ovunque anche in modalità self service
Tasse: le auto ibride sono esentate dal bollo per diverse annualità a seconda delle regioni Tasse: le auto a benzina non hanno alcun tipo di esenzione

Quale auto conviene?

Un’auto esclusivamente a benzina, considerate le restrizioni al traffico, è conveniente soprattutto a chi viaggia fuori città. Per tutti gli altri che fanno vita cittadina è meglio scegliere un’auto ibrida.

La scelta ibrida è consigliata a tutti, visto che in pochi anni assisteremo alla transizione elettrica. Non importa che livello di ibrido, se mild o plug-in, perché questo tipo di mobilità è destinato a crescere lasciando più pulito il pianeta.

Se volete saperne di più, vedete anche se conviene di più Diesel o GPL, GPL e Metano,
Diesel o Metano, Benzina o Diesel, Benzina o metano, Diesel o ibrido, metano o ibrido, benzina o GPL, GPL o ibrido, benzina o elettrica, Diesel o elettrica, metano o elettrica, elettrica o GPL.

Iscriviti alla newsletter Motori per ricevere le news su Carburanti

Argomenti:

Carburanti Auto Ibride

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.