Nei giorni scorsi vi abbiamo riportato la notizia di un maxi richiamo che ha riguardando diverse migliaia di unità di Hyundai Kona Electric per il rischio di incendio che si era verificato in una dozzina di casi. Questo richiamo riguardava solo veicoli venduti in Corea del Sud, paese di origine del produttore automobilistico.

Hyundai Kona Electric: il richiamo per rischio incendio sarà esteso a Europa e USA

Nelle scorse ore però si è diffusa la voce secondo cui a breve il richiamo di Hyundai Kona Electric per il rischio di incendio potrebbe venire esteso dal produttore coreano anche all’Europa e agli Stati Uniti.

Dopo aver annunciato la scorsa settimana il richiamo di 25.564 veicoli elettrici Kona nel suo mercato interno Hyundai potrebbe triplicare queste cifre con altri 51.000 veicoli in Europa, Nord America, Cina e vari altri mercati.

Secondo l’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap, Hyundai richiamerà 37.336 unità in Europa e 11.137 in Nord America. Il richiamo è stato causato dal possibile cortocircuito dovuto alla fabbricazione difettosa delle celle della batteria ad alta tensione. Questo problema potrebbe rappresentare un rischio in quanto in alcuni casi potrebbe causare un incendio.

Ci sono stati almeno 16 casi di modelli Hyundai Kona Electric che hanno preso fuoco in tutto il mondo con casi documentati in Canada e Australia.

LG Chem, che è il produttore delle batterie di questi veicoli, nelle scorse ore ha dichiarato che le celle della batteria difettose non erano la causa degli incendi. Il richiamo sarà fatto a titolo gratuito da Hyundai che farà un aggiornamento software alle sue auto e se necessario provvederà a sostituire la batteria.