Guerra di successione per il dopo-Merkel, caos nella coalizione Cdu/Csu

Riccardo Lozzi

13 Aprile 2021 - 12:26

condividi
Facebook
twitter whatsapp

L’abbandono di Angela Merkel sta portando a una guerra di successione nella coalizione tra Cdu e Csu in vista delle prossime elezioni di settembre, con i Verdi pronti a sfruttare la spaccatura tra i due partiti.

Guerra di successione per il dopo-Merkel, caos nella coalizione Cdu/Csu

La fine dell’era di Angela Merkel in Germania rischia di lasciare un vuoto di potere in grado di provocare una vera e propria guerra di successione all’interno della coalizione conservatrice.

I leader dei due partiti Cdu e Csu che compongono la storica alleanza di centrodestra sembrano essere intenzionati a sfidarsi apertamente per ricoprire il ruolo di candidato cancelliere alle prossime elezioni previste a settembre.

La battaglia attualmente in atto tra Armin Laschet e Markus Söder, rispettivamente a capo dell’Unione Cristiano-Democratica e dell’Unione Cristiano-Sociale, i quali sostengono di essere i legittimi eredi della Merkel, sta però avvantaggiando gli avversari.

Primi tra tutti i Verdi, pronti il prossimo 19 aprile a ufficializzare il proprio leader e sognare di guidare la prossima coalizione di Governo.

Guerra di successione nella coalizione di Angela Merkel

Così dopo 16 anni di guida conservatrice, seppur molti dei quali in Grosse Koalition con i socialdemocratici della Spd, si potrebbe assistere a un cambio epocale alla guida della Germania.

Tra le cause della possibile sconfitta dell’Unione, com’è comunemente conosciuta l’alleanza Cdu/Csu, ci sarebbe anche la divisione che raramente si è registrata tra i due partiti.

Infatti, solitamente il capo della Cdu, potendo contare su un numero di gran lunga maggiore di voti, è automaticamente il candidato unitario di queste forze politiche.

Solamente in due occasioni il Csu, fortissimo in Baviera ma non a livello nazionale, ha espresso il pretendente alla cancelleria e, in entrambe le circostanze (1980 e 2002), è stato battuto dal competitor della Spd.

In questo caso, però, si registra una novità. Lanschet, eletto a gennaio come presidente dei cristiano-democratici ha uno dei più bassi livelli di gradimento tra tutta la classe politica, mentre, al contrario, Söder è tra i più apprezzati, tanto da superare la stessa Merkel nel consenso dei tedeschi.

Sondaggi Germania: i Verdi pronti a guidare il prossimo Governo?

Per provare a vincere anche il prossimo autunno, quindi, sono in molti a pensare che proprio Markus Söder debba essere il candidato unitario, tra cui anche diversi dirigenti del Cdu.

Laschet, attuale governatore del più popoloso land Renania Settentrionale-Vestfalia, non sembra però disposto a farsi da parte. Anzi, recentemente ha espresso in maniera netta convinzione nel ricoprire il ruolo di alfiere della coalizione.

Sondaggi elezioni Germania 2021

Fonte INSA

Intanto, gli ultimi sondaggi assegnano un ruolo sempre più determinante ai Verdi tedeschi, i quali, con il 20,5% dei consensi potrebbero guidare il prossimo Governo con i socialdemocratici e i liberali, dando vita per la prima volta nella storia alla cosiddetta “coalizione semaforo”, nome legato ai colori simbolo dei tre partiti: verde, giallo e rosso.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter