Green pass in azienda, arriva il primo obbligo: da presentare in mensa

Elisa Corpolongo

14 Agosto 2021 - 22:45

condividi

Arriva l’obbligo del green pass in azienda da presentare in mensa, sia per i dipendenti pubblici, sia per i lavoratori privati. Ecco i dettagli.

Green pass in azienda, arriva il primo obbligo: da presentare in mensa

Fino ad oggi non era così, ma ora per le mense aziendali arriva l’obbligo di green pass. Nei giorni scorsi si pensava che l’obbligo di mostrare il codice della certificazione di avvenuta vaccinazione sarebbe stata esclusa dalle mense degli uffici, ma invece non è così. Il Governo ha dichiarato che anche per le mense di lavoro servirà la certificazione verde.

Nello specifico, per qualunque tipo di consumazione al tavolo nelle mense aziendali e in ogni locale adibito al servizio di ristorazione per i dipendenti pubblici o privati dovrà richiedere la certificazione verde per il Covid-19. Ecco tutti i dettagli sulle novità che riguardano le mense dei lavoratori.

Primo obbligo di green pass in azienda

A dichiararlo è una Faq di Palazzo Chigi che vuole mettere ordine alla questione della ristorazione sul posto di lavoro a seguito del rischio di sciopero che c’era stato in un’azienda del torinese contro la certificazione verde per il Covid-19. La questione torinese, ad oggi, ora dovrà essere in qualche modo rivista. Infatti, l’azienda che aveva rischiato lo sciopero - e di conseguenza aveva tolto l’obbligo di green pass a mensa - dovrà reintrodurre la richiesta della certificazione verde.

Per la consumazione al tavolo in luogo chiuso, anche per quanto riguarda i lavoratori, si potrà infatt accedere all’area di ristorazione soltanto se muniti di green pass. I gestori sono tenuti a verificare le certificazioni seguendo le modalità indicate dal dpcm del 17 giugno.

Perché il green pass è obbligatorio in azienda

Il dover presentare la certificazione verde a mensa per tutti i dipendenti, sia i lavoratori pubblici sia i privati, è stato decretato dopo che l’obbligo di green pass era diventato applicabile per le mense di Forze Armate e Polizia.

Si tratta, pertanto, di un’espansione che viene di pari passo a una circolare interna del capo di segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, alle Forze Armate e di Polizia che ribadisce e ricorda l’obbligo in vigore con decorrenza immediata.

Cosa dicono i sindacati

L’indicazione non piace ai sindacati. Vista l’importanza di una simile disposizione che riguarda l’intera classe lavorativa, i sindacati rivendicano il fatto che non è esistito un preventivo confronto con le organizzazioni sindacali.

A rimarcarlo è il segretario del Silp-Cgil, Daniele Tissone, secondo il quale la circolare odierna non si pone in accordo con quella emanata soltanto una decina di giorni prima. Per di più, i sindacati ci tengono a sottolineare che non si conoscono chiaramente neppure le indicazioni emanate dal Ministero della Salute in merito a questo obbligo.

La Faq di Palazzo Chigi sull’obbligo del green pass per le mense aziendali

Questa Faq emanata da Palazzo Chigi, comunque, fuga ogni dubbio sull’estensione dell’obbligo ad ogni tipologia di mensa aziendale che presenti la caratteristica di essere al chiuso e al tavolo. Una proposta respinta dai sindacati e arrivata da parte della Clivet, un gruppo specializzato in impianti di climatizzazione, era quella di creare due sale mensa, una per i possessori di green pass e l’altra per chi non ne è provvisto.

Ad ogni modo, per quanto i dubbi in merito al fatto che si tratti di un atto discriminatorio sul luogo di lavoro ancora permangano, le linee guida del Governo in merito alle mense sui luoghi di lavoro sembrerebbero andare avanti imperterrite. Ora le aziende si dovranno adeguare alle direttive imposte o pensare percorsi alternativi da percorrere, come il pranzo al sacco per chi non possa fermarsi al tavolo.

Argomenti

# Lavoro

Iscriviti a Money.it