Green pass a scuola, cosa cambia dal 13 settembre

Teresa Maddonni

10 Settembre 2021 - 16:37

condividi

Green pass a scuola: cosa cambia dal 13 settembre con il rientro in aula di moltissimi studenti in Italia? Arriva la nuova piattaforma per accelerare i controlli.

Green pass a scuola, cosa cambia dal 13 settembre

Green pass a scuola: cosa cambia dal 13 settembre? Il prossimo lunedì 13 settembre è il giorno indicato dal ministero dell’Istruzione per il rientro a scuola in presenza, sebbene ogni regione segua il proprio calendario scolastico, e infatti le lezioni riprenderanno in quella data solo per alcuni studenti.

Il green pass a scuola è obbligatorio già dal 1° settembre, essendo riprese per qualcuno le attività proprio da quella data, per insegnanti e personale scolastico interno sebbene ora venga allargata la platea. Il green pass a scuola infatti diventa obbligatorio per chiunque entri negli istituti.

Dal 13 settembre qualcosa cambia inoltre per il green pass a scuola in merito ai controlli grazie alla nuova piattaforma del Miur. Vediamolo nel dettaglio.

Green pass a scuola: cambiano i controlli dal 13 settembre

Per il green pass a scuola dal 13 settembre cambiano i controlli come annunciato dal ministero dell’Istruzione guidato da Patrizio Bianchi.

Viene introdotta infatti, per coloro che rientreranno a scuola dal 13 settembre, la piattaforma per i controlli del green pass scuola che faciliterà l’attività di verifica dei dirigenti scolastici che potranno anche delegare ai loro sottoposti.

I presidi potranno controllare lo stato, attivo o non attivo, del green pass a scuola con un nuovo strumento agile.

La piattaforma, come spiega il Miur in un comunicato, viene inserita nel sistema informativo del ministero. Il controllo avverrà in pochi passaggi. I dirigenti, entrando nel sistema, in tempo reale e nel rispetto della privacy, selezionando il proprio istituto potranno verificare quali sono i green pass scuola attivi e non attivi dell’apposito elenco.

Il Miur nella giornata di ieri ha già inviato ai dirigenti scolastici una nota e un manuale d’uso con i vari passaggi in cui viene spiegato cosa cambia per il green pass scuola dal 13 settembre e come utilizzare quindi la nuova piattaforma.

Il Miur mette in evidenza nel comunicato in più di un’occasione che la privacy dei dipendenti ai quali il green pass scuola verrà controllato sarà rispettata dal momento che non sarà visibile la motivazione del mancato possesso della certificazione verde.

Green pass a scuola dal 13 settembre: a chi spettano i controlli

I controlli per il green pass a scuola dei docenti e di tutto il personale scolastico con la nuova piattaforma sono appannaggio dal 13 settembre dei dirigenti scolastici che tuttavia, come chiarisce il Miur, possono delegare la funzione di controllo a un altro dipendente della scuola.

Nel comunicato del Miur viene inserito anche un allegato con il modello per il conferimento della delega di funzioni della verifica del green pass scuola del personale docente e ATA.

Green pass scuola: allegato {Word}

Dal 13 settembre chi si presenterà a scuola senza green pass non potrà lavorare. La mancata esibizione della certificazione verde viene considerata assenza ingiustificata e al quinto giorno consecutivo scatta la sospensione, anche dello stipendio.

Sono esentati dal possesso del green pass coloro che non possono sottoporsi a vaccinazione per motivi di salute e che abbiano pertanto un certificato medico e gli studenti.

Il 13 settembre, lo ricordiamo, rientrano a scuola con il green pass per le lezioni con tutti gli studenti gli insegnanti di:

  • Abruzzo;
  • Basilicata;
  • Emilia Romagna;
  • Lazio;
  • Lombardia;
  • Piemonte;
  • Trentino;
  • Umbria;
  • Valle D’Aosta;
  • Veneto.

Iscriviti a Money.it