Goldman Sachs: è arrivato il momento di vendere Apple

Causa Coronavirus, le vendite di Apple sono destinate a scendere a due cifre. Per questa, e per altre ragioni, Goldman Sachs ha tagliato il giudizio su AAPL.

Goldman Sachs: è arrivato il momento di vendere Apple

Ieri la taiwanese TSMC ha diffuso i numeri preliminari relativi i primi tre mesi dell’anno. Al di là dell’importanza intrinseca dell’azienda, i conti di TSMC sono stati passati al setaccio perché il produttore di chip rappresenta uno dei primi fornitori di Apple.

Nonostante abbia ridotto le stime sull’esercizio 2020 a causa delle ovvie ripercussioni del Coronavirus, TSMC ha detto che per il primo trimestre dovrebbe essersi chiuso con un giro d’affari superiore di ben 30 punti percentuali rispetto a 12 mesi prima.

Oltre che dai conti di TSMC, le azioni Apple nelle ultime sedute (+7,14% in cinque giorni) hanno capitalizzato anche l’uscita del nuovo iPhone economico, il SE 2 da 499 euro, che potrebbe spingere nuovi consumatori ad acquistare un device della mela morsicata.

Apple: Goldman Sachs, calo vendite di oltre un terzo

In un report particolarmente atteso, oggi gli analisti di Goldman Sachs hanno detto di attendersi, per il secondo trimestre, che la domanda di iPhone, causa “lockdown”, segni un calo di oltre un terzo (-36%) portando il dato relativo i primi sei mesi al -24% .

Inoltre, un freno per le azioni Apple, ha rilevato un team di Goldman Sachs guidato da Rod Hall, dovrebbe essere rappresentato proprio dalla recessione dell’economia globale, che porterà ad una riduzione dei prezzi che potrebbe protrarsi anche dopo la ripresa.

“Non crediamo che la recessione possa causare perdite di utenti per Apple. Riteniamo invece che gli attuali utenti terranno i dispositivi per più tempo o che sceglieranno soluzioni meno costose”, si legge nello studio di Goldman Sachs.

Come se questo non bastasse, la pandemia dovrebbe bloccare anche il lancio di nuovi prodotti, visto che le restrizioni ai movimenti delle persone finiranno per ostacolare la progettazione e realizzazione di nuovi modelli.

Goldman Sachs, giudizio su Apple scende a “sell”

In un simile contesto, gli analisti di Goldman Sachs hanno annunciato di aver ridotto la valutazione su Apple a “sell”. A scendere è anche il prezzo obiettivo, che da 250 passa a 233 dollari, circa 20 punti percentuali in meno rispetto alla chiusura di ieri.

A circa un’ora dall’avvio delle contrattazioni, le azioni Apple passano di mano a 283,88 dollari, -0,98% rispetto al dato precedente. Nell’ultimo mese le azioni AAPL sono salite del 12,7% mentre il saldo 2020 segna un rosso di quasi il 3%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories