Nuovo Gmail: cosa cambia con l’aggiornamento e come provarlo

Gmail si è aggiornato con grandi novità. Dalla modalità privata all’email che si autodistrugge e non si può inoltrare, ecco cosa cambia con le nuove funzioni.

Nuovo Gmail: cosa cambia con l'aggiornamento e come provarlo

Gmail è cambiato. Ieri Google ha fatto partire il rollout dell’aggiornamento che porta a un serio makeover e nuove funzionalità al suo client di posta. Il famoso servizio, che conta 1,4 miliardi di account nel mondo, introduce diverse novità che cambieranno in meglio la user experience sulla piattaforma.

Per provare il nuovo Gmail basta andare su Impostazioni (icona dell’ingranaggio in alto a destra) e cliccare su “Prova la nuova versione di Gmail”. Al momento il restyle non è visibile a chiunque (Google ha iniziato dai profili più vecchi), ma nelle prossime settimane l’aggiornamento sarà disponibile per tutti gli utenti. In via definitiva dovrebbe uscire a metà maggio dopo l’I/O.

La nuova versione di Gmail porta una schermata più pulita e meno ingombrante e diverse novità. Tra queste la modalità confidenziale con cui, a partire da una certa data impostata, il contenuto dell’email inviata non sarà più accessibile dal ricevente; l’opzione Smart Reply, con cui gli utenti potranno scegliere tra le risposte automatiche in base a ciò che c’è scritto nell’email originale; il tasto Snooze per “congelare” le conversazioni per ore o giorni e non ricevere notifiche.

Modalità privata Gmail

Una delle due nuove funzioni di Gmail è chiamata Modalità privata. Questa consentirà di limitare ciò che i destinatari possono fare con le email ricevute, impedendo loro di inoltrarle, scaricarle o stamparle. In questo modo l’unica maniera per inoltrare o scaricare un’email ricevuta su Gmail sarebbe quello di fare uno screenshot.

Email che si autodistrugge

La seconda funzione (forse) in arrivo è ancora più intrigante: Google starebbe testando le email che si autodistruggono, scomparendo dopo un determinato periodo di tempo esattamente come le chat di Telegram, i post su Snapchat o le Instagram Stories.

Allegati più pesanti

Come la maggior parte dei servizi di Google, la piattaforma di posta elettronica ha raggiunto un successo strepitoso e pare che al momento abbia più di 1.2 miliardi di utenti in tutto il mondo. L’anno scorso la società ha annunciato che stava finalmente aggiornando la funzione di allegato per Gmail in modo da estendere le dimensioni supportate fino a 50 MB senza dover utilizzare servizi di file sharing esterni come WeTransfer e Dropbox. Purtroppo l’aggiornamento non si è esteso all’invio di file più grandi, con il limite ancora a 25 MB. Aspettiamoci quindi un update di questo tipo insieme alle altre grandi novità annunciate.

Quando uscirà l’aggiornamento?

L’I/O 2018, conferenza annuale in cui Google annuncia nuovi prodotti e funzionalità dei suoi servizi, si terrà dall’8 al 10 maggio presso lo Shoreline Amphitheatre di Mountain View, in California. In quell’occasione Big G potrebbe mostrare novità di Android 9 P, Google Chrome, Google Foto, Android Wear, Google Home e altro ancora.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Google

Argomenti:

Google Chrome App

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.