Chi è e quanto quanto guadagna Gaetano Manfredi, il candidato PD-M5S a Napoli

Alessandro Cipolla

31 Maggio 2021 - 15:34

condividi

Gaetano Manfredi sarà il candidato del PD e del Movimento 5 Stelle alle elezioni amministrative a Napoli: la biografia e il reddito dell’ex ministro dell’Università all’epoca del secondo governo Conte.

Chi è e quanto quanto guadagna Gaetano Manfredi, il candidato PD-M5S a Napoli

Gaetano Manfredi sarà il candidato di una coalizione giallorossa alle elezioni amministrative a Napoli, che si terranno a ottobre dopo lo slittamento deciso dal Consiglio dei Ministri a causa dell’emergenza Covid.

Dopo settimane di voci e trattative, alla fine Giuseppe Conte, Enrico Letta e Roberto Speranza, hanno firmato il Patto per Napoli : i tre leader si sono impegnati a sostenere la candidatura congiunta dell’ex ministro dell’Università.

Manfredi così a Napoli potrà contare sull’appoggio del Partito Democratico, del Movimento 5 Stelle e di Articolo 1. In questa delicata tornata delle elezioni amministrative, tra le grandi città i giallorossi sono arrivati a un accordo soltanto nel capoluogo campano.

Scopriamo allora chi è Gaetano Manfredi, dando uno sguardo alla sua biografia, ai suoi guadagni analizzando le dichiarazioni dei redditi e cosa dicono i sondaggi in merito alle elezioni a Napoli.

La biografia di Gaetano Manfredi

Nome: Gaetano Manfredi

Data di nascita: 4 gennaio 1964

Luogo: Ottaviano (Na)

Famiglia: sposato con una figlia

Istruzione: laurea in Ingegneria

Lavoro: ingegnere e professore universitario, ex rettore dell’Università Federico II di Napoli

Partito: indipendente

Ruolo: candidato alle elezioni amministrative a Napoli, dal gennaio 2020 al febbraio 2021 è stato ministro dell’Università del governo Conte-bis

Curiosità: suo fratello Massimiliano Manfredi è un politico del PD, ex deputato e ora consigliere regionale in Campania

Candidato alle elezioni a Napoli

Nonostante la caduta del secondo governo Conte e il cambio di leadership nei due partiti, il PD e il Movimento 5 Stelle hanno ribadito di voler mantenere un dialogo per una sorta di percorso comune.

Le elezioni amministrative di ottobre rappresentano così il primo banco di prova per iniziare a imbastire una alleanza strutturale. Tra le grandi città chiamate al voto, fin da subito è apparso chiaro che soltanto a Napoli una fumata bianca potesse essere possibile.

Il nome di Gaetano Manfredi è stato uno dei primi a circolare in merito a un possibile simposio giallorosso. Dopo che inizialmente si è sfilato, alla fine l’ex ministro ha accettato quando ha capito di poter avere dalla sua il sostegno compatto dei partiti.

Il PD, il Movimento 5 Stelle e Articolo 1 faranno così parte del Patto per Napoli, mentre resta ancora da capire quali saranno le mosse dei Verdi. Chi non ci sarà di sicuro è la sinistra legata all’attuale sindaco Luigi De Magistris, visto che DemA ha da tempo indicato come candidato l’assessore Alessandra Clemente.

In campo come civico ci sarà anche l’ex primo cittadino Antonio Bassolino, ma lo sfidante più accreditato di Gaetano Manfredi appare essere Catello Maresca, il probabile candidato del centrodestra.

Per un sondaggio dello scorso novembre realizzato dall’istituto Noto, Manfredi sarebbe al 45% al pari di Maresca, con un ballottaggio che in queste elezioni amministrative a Napoli potrebbe essere inevitabile, soprattutto in considerazione della frammentazione del centrosinistra.

Lo stipendio e i guadagni

Nell’anno in cui è stato ministro, Gaetano Manfredi essendo un tecnico aveva diritto a uno stipendio complessivo che di 9.203,54 euro al mese. Dal luglio 2019 però è entrata in vigore una norma che prevede un taglio del 3,7% dei compensi.

Al netto il totale dovrebbe essere quindi di circa 4.500 euro al mese per un ministro tecnico, visto che ci sono da considerare sul totale lordo anche le trattenute per la pensione e il fondo di credito.

Nella dichiarazione dei redditi 2020, relativa al 2019 come periodo di imposta quando era ancora rettore dell’Università Federico II di Napoli, Manfredi ha fatto registrare un reddito complessivo pari a 210.476 euro.

Una cifra simile a quella dichiarata nel 2019, quando il reddito complessivo di Gaetano Manfredi era di 193.642 euro. Paradossalmente, abbandonando l’incarico di rettore per fare il ministro, i guadagni nel 2020 come periodo di imposta potrebbero essere scesi notevolmente.

Dichiarazione redditi Manfredi 2020
La dichiarazione dei redditi 2020 di Gaetano Manfredi

Iscriviti a Money.it