Gaetano Manfredi

Gaetano Manfredi

Gaetano Manfredi è ministro dell’Università e della Ricerca del governo Conte II dal 10 gennaio 2020. Manfredi (Ottaviano) classe ’64 è ingegnere, accademico e politico.

Si è laureato in Ingegneria presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II nel 1988 per diventare dieci anni dopo professore di tecnica delle costruzioni e rettore del medesimo ateneo dal 2014 fino alla carica di ministro.

Manfredi tra il 2006 e il 2008 è stato consigliere, durante il governo Prodi, del ministro per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione Luigi Nicolais.

È diventato ministro dell’Università e della Ricerca dopo le dimissioni di Lorenzo Fioramonti dal Miur. Il ministero è stato scorporato e l’Istruzione è stata affidata alla ministra 5 Stelle Lucia Azzolina.

Gaetano Manfredi, ultimi articoli su Money.it

Test medicina 2020: bando in arrivo? Come prepararsi nell’attesa

Pubblicato il 8 giugno 2020 alle 13:01

Test medicina 2020: bando in arrivo? C’è ancora da aspettare, ma nell’attesa gli aspiranti medici possono cominciare a prepararsi per gli esami di ammissione ai corsi di laurea ad accesso programmato che si terranno a partire dal mese di settembre.

1.200 euro per ogni studente che resta in Sicilia e cambia università

Pubblicato il 27 maggio 2020 alle 11:26

1.200 euro di contributo per ogni studente che resta in Sicilia e cambia università. Questa è l’iniziativa della Giunta Musumeci per evitare il controesodo al Nord post COVID-19. Intanto molte sono le Regioni che si stanno organizzando con aiuti agli universitari.

La Laurea in Farmacia diventa abilitante?

Pubblicato il 24 aprile 2020 alle 10:02

La laurea in Farmacia diventa abilitante? Una domanda a cui ha risposto il ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi in audizione alla Commissione Cultura della Camera.

Dottorati di ricerca: verso la riforma del ministro Manfredi

Pubblicato il 20 gennaio 2020 alle 15:05

Per i dottorati di ricerca si va verso una riforma del nuovo ministro Gaetano Manfredi che dovrebbe portare avanti quanto iniziato e non completato dai suoi predecessori e frenare così la fuga dei cervelli all’estero.